Federica M. trovata cadavere sulla spiaggia del lago di Bracciano. Sospetti sul fidanzato. I genitori: “è uscita con lui ma non è più tornata a casa”. Vicino al corpo 5 croci nella sabbia, escoriazioni sul braccio della vittima

la tragica fine di Federica

E’ giallo ad Anguillara Sabazia, alle porte di Roma. Una ragazza di 16 anni, Federica M., è stata trovata morta stamani da un passante sulla spiaggia del lago di Bracciano. Stando ai primi rilievi, sul corpo della ragazza non vi sarebbero segni di violenza, a parte un braccio che presenta ferite ed escoriazioni. Nelle vicinanze ci sono molti locali, chiusi durante l’inverno.

I carabinieri hanno avviato le verifiche per accertare se la ragazza abbia partecipato con amici a una festa di Halloween. Stando ai primi accertamenti, la ragazza sarebbe morta tre-quattro ore prima del ritrovamento. Il decesso risalirebbe quindi intorno alle quattro o le cinque del mattino. Tra le ipotesi, la più accreditata è quella di un incidente. I genitori di Federica, però, hanno raccontato che è uscita di casa insieme al fidanzato a agli amici. Perché nessuno di loro ha dato l’allarme?

Ad avvertire i carabinieri della compagnia di Bracciano, come detto, è stato un passante che ha notato il cadavere della ragazza, con la testa semi-immersa nell’acqua. I carabinieri della stanno interrogando da questa mattina il fidanzatino della ragazza, un diciottenne residente a Formello, e altri suoi amici per ricostruire minuziosamente cosa abbia fatto la giovane da quando è uscita da casa, mercoledì sera, alle 4-5 di questa mattina, ora presumibile del decesso.

I genitori della ragazza avevano denunciato la scomparsa questa mattina dal momento che non l’avevano vista rientrare a casa. Il padre della ragazza è un commerciante ambulante di Anguillara, la madre invece lavora in una cooperativa sociale convenzionata con il comune. La coppia ha anche un figlio maschio più piccolo di Federica.

«Uscita di casa con il ragazzo e gli amici». I genitori hanno raccontato ai carabinieri che la figlia è uscita da casa mercoledì sera con il fidanzatino e alcuni amici. Il padre e la madre non sarebbero stati in grado di dire se abbia partecipato o meno a una festa di Halloween. Il cadavere era vicino all’acqua e sul corpo della giovane c’era della sabbia. Secondo quanto hanno riferito gli investigatori, allo stato non è possibile stabilire se il decesso sia dovuto a cause naturali o sia stato provocato da altri motivi. «Per saperlo – hanno detto – dobbiamo attendere i risultati dell’autopsia e degli accertamenti tossicologici» disposti dalla Procura della Repubblica di Civitavecchia.

Ipotesi incidente. Federica potrebbe essere caduta da un piccolo dirupo finendo poi nelle acque del lago di Bracciano. Questo spiegherebbe le ferite al braccio e questa è anche la pista più accreditata seguita dagli investigatori. Ma le indagini proseguono a 360 gradi. «Finché non avremo i risultati dell’autopsia – dicono i carabinieri – non possiamo escludere anche altre ipotesi».

Cinque croci piantate nel terreno. Cinque croci di legno piantate nel terreno sono state trovate all’esterno di un locale, il Cuba Libre, a circa 100 metri di distanza dal luogo in cui è stato scoperto il cadavere di Federica. La presenza delle croci ha fatto ritenere che nel locale, chiuso in questo periodo dell’anno, possa essersi svolta una festa di Halloween. Una donna che abita a ridosso del locale ha però detto di non aver notato nessun movimento e di non aver sentito musica. «Ieri sera e per tutta la nottata ha piovuto a dirotto – ha raccontato – io mi sono chiusa in casa con le finestre sbarrate. A parte il fragore della pioggia non ha sentito alcun rumore che potesse far pensare che lì fosse in corso una festa».

In un altro locale del lungolago, ieri notte, si è svolta una festa di Halloween ma il titolare ha escluso che tra i partecipanti ci fosse anche la sedicenne, anche perché si trattava di un party privato, ad invito.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=aP6UxTjuAHQ[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti