Il candidato del Pdl e La Destra: “esito non sperato però è arrivato. Ora opposizione diligente senza pregiudizio”

Nello Musumeci

“Un risultato non sperato, però é arrivato”, adesso “bisogna prenderne atto e guardare avanti in prospettiva, riflettere su quello che è accaduto”. Lo afferma il candidato governatore del centrodestra, Nello Musumeci, commentando i dati dell’elezioni regionali in Sicilia.

“Adesso – aggiunge a Catania, davanti casa prima di partire per la conferenza stampa a Palermo – ci vorrà una breve analisi 24 ore di pausa e subito ricominciare, perché siamo in trincea”. Lo riporta Livesicilia.

“La Sicilia non può permettersi il lusso di una classe dirigente inerte e inerme per tanto tempo – continua Musumeci – Ho dubbi che ci possa riuscire questo governo, perché ha vinto quello degli ultimi anni. Quindi la maggioranza Crocetta probabilmente la farà con lo stesso Lombardo, suo più naturale alleato, e quindi non credo che sia cambiato alcunché. Noi saremo opposizione diligente, con grande responsabilità e senza pregiudizi”.

“Il dato politico” che emerge dal voto in Sicilia è quello “della continuita” del governo che ha distrutto la Sicilia, Il Pd – aggiunge – ha governato fino alla scorsa settimana e continuerà a farlo per i prossimi anni. L’Udc lo ha fatto col Pd e continuerà ancora. Lombardo darà i 7-8 deputati che mancano a Crocetta per fare la maggioranza. Cosa è cambiato? E’ – conclude Musumeci – veramente la terra dei gattopardi”.

“Per quanto riguarda il centrodestra – conclude Musumeci – non ci siamo fatti mancare niente in queste ultime settimane: la sentenza di condanna di Berlusconi a pochi giorni dal voto, il fuoco amico della Santanché, qualche leggerezza nella preparazione delle liste, il dibattito interno un po’ troppo acceso, l’incertezza sulla leadership del partito di maggioranza relativa all’interno della nostra coalizione”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=E8DH_BzofEY&feature=g-all-u[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti