L’ex governatore della Regione si dice già pronto a un’alleanza con il Pd e l’Udc a sostegno del governo Crocetta “sui provvedimenti importanti per la Sicilia”

Raffaele Lombardo

Non perde tempo l’ormai ex presidente della Regione, Raffaele Lombardo, che lancia subito un ponte verso il suo successore, Rosario Crocetta.

Intervistato da Gad Lerner, nel corso della trasmissione ‘L’Infedele’, su La 7 – riporta Livesicilia -, Lombardo ha risposto così alla domanda su una possibile intesa con Pd e Udc che consenta al governo Crocetta di raggiungere la quota maggioranza all’Ars: “E’ inevitabile che si realizzino convergenze sui provvedimenti importanti per la Sicilia. Anche il mio governo ha visto approvare dei propri disegni di legge all’unanimità”. Un’alleanza – si affretta a precisa il leader del Partito dei siciliani -“senza chiedere nulla in cambio”.

E, come da copione, Lombardo rimanda al mittente le voci su un suo sostegno “sotterraneo” a Crocetta, a danno del candidato del polo autonomista Giabfranco Miccichè: “Ho sostenuto lealmente Miccichè, fino in fondo. Spero che i deputati del Partito dei siciliani e quelli di Grande Sud possano fare gruppo comune all’Ars. Per quanto mi riguarda – conclude – ho portato a termine la mia esperienza di presidente della Regione, adesso sono un semplice cittadino”.

© Riproduzione Riservata

Commenti