In corso lo spoglio per le Regionali in Sicilia: Crocetta (Pd-Udc) in vantaggio su Musumeci (Pdl-La Destra)

Rosario Crocetta

Rosario Crocetta, candidato del Pd e sostenuto anche dall’Udc, sempre più in testa nello spoglio elettorale in corso per le Regionali in Sicilia. L’europarlamentare dei democratici precede Nello Musumeci, candidato appoggiato dal Pdl e La Destra. Il dato si va ormai consolidando.

Poi, al terzo posto, Giancarlo Cancelleri, candidato del Movimento Cinque Stelle di Beppe Grillo, e Gianfranco Miccichè (Grande Sud-Mpa-Fli). Segue Giovanna Marano (Sel e Idv).

Il primo partito nell’isola sarebbe al momento il Movimento Cinque Stelle, davanti al Partito Democratico e il Popolo della Libertà. 

Il grande “vincitore” della tornata elettorale, però, è l’astensionismo. La scarsa affluenza alle urne, infatti, ha caratterizzato la giornata dedicata al voto per eleggere il nuovo presidente della Regione, e i nuovi componenti del Parlamento regionale. “A quanto emerge dai seggi scrutinati siamo in testa in diverse province: Siracusa, Ragusa, Caltanissetta, Agrigento e soprattutto Messina, ora aspettiamo i dati definitivi”, ha detto Crocetta, candidato alla presidenza della Regione Sicilia per Pd e Udc.

Alla chiusura delle urne i cittadini che si sono recati a votare sono stati il 47,42% degli aventi diritto, pari a 2.203.885. Nel 2008, quando però si votò anche di lunedì e in contemporanea alla Camera e al Senato, si recò alle urne il 66,68%.

Il Comune con la percentuale di affluenza più alta è stato Maniace, in provincia di Catania, con il 77,76%; quello con la più bassa, invece, Acquaviva Platani in provincia di Caltanissetta, con il 20,68%. La Provincia con la percentuale di affluenza più alta è stata Messina, con il 51,32%, quella con la più bassa Caltanissetta con il 41,34%.

© Riproduzione Riservata

Commenti