La prima puntata del nuovo show su Sky raggiunge uno share dell’1,38%, già sopra la consueta media della rete

Simona Ventura

“Con il calcio ho un rapporto sanguigno, è il fil rouge che mi ha accompagnata, nel corso degli anni, nella mia vita professionale e privata”. Simona Ventura parla con entusiasmo e assoluta serenità della passione che l’ha spinta a ritornare ai vecchi amori a distanza di un anno dall’abbandono di Quelli Che Il Calcio, programma sportivo della domenica di Rai Due condotto oggi da Victoria Cabello.

La nuova sfida televisiva si chiama Cielo Che Gol! e Simona la combatterà affiancata da Alessandro Bonan, volto noto al pubblico calcistico di Sky. La conduttrice è agguerrita quanto basta, ma non le interessano i paragoni col passato.

E alla sua prima puntata il nuovo programma di Sky della Ventura ha raggiunto nella domenica appena trascorsa uno share commerciale (quello più prezioso per la raccolta pubblicitaria, ossia con un target di età tra i 15 e 54 anni) pari all’1,38%. Nessun boom, certo. Ma considerando che in quella fascia oraria la media degli ascolti della rete è leggermente più bassa, la Ventura può dirsi soddisfatta. Ecco, intanto, le sensazioni della conduttrice, ai nastri di partenza del suo nuovo programma, in una intervista rilasciata al portale “Yahoo”.

Cielo Che Gol! rappresenta un’avventura del tutto nuova su un canale che sta muovendo i suoi primi passi. Nessuna ansia da prestazione, pensando alla concorrenza della tua vecchia casa? “Assolutamente no. Fare paragoni con Quelli Che il Calcio non mi interessa e non avrebbe senso… sarebbe come far gareggiare una bicicletta con una Ferrari. Cielo Che Gol! per me è un grande stimolo e il nostro obbiettivo sarà quello di intercettare un pubblico diverso da quello delle altre reti. Vogliamo fare compagnia anche agli italiani che la domenica pomeriggio stanno facendo l’amore.

Quali sono gli assi nella manica che calerete sul tavolo dell’intrattenimento pomeridiano domenicale? “Avere ottenuto in esclusiva i diritti necessari a trasmettere per primi in assoluto gli highlights delle partite rappresenterà senza dubbio una spinta notevole. Ma in questa nuova sfida, come nel passato, il punto di forza di Cielo Che Gol! dovrà essere rappresentato da un team unito e affiatato. Sono una che ama fare spogliatoio in ogni progetto lavorativo.”

Nel corso della trasmissione gli spettatori potranno intervenire da casa attraverso Twitter. Tu sei una ‘cinguettatrice’ piuttosto attiva. Un modo per non perdere mai il contatto con il tuo pubblico? I feedback delle persone che mi seguono sono fondamentali per me. Twitter mi offre la possibilità di mantenere un filo diretto con loro, spingendomi alla ricerca di un miglioramento continuo. Ma non sono una tweet-addicted, ci tengo a dirlo.”

Che tipo di tifosa è Simona Ventura? Qual è il suo rapporto con il calcio? “Non posso farne a meno, e davanti alle partite del Torino, la mia squadra del cuore, divento una verà ultrà. La cultura del calcio, e dello sport in generale, si riflette anche nella mia vita: duro lavoro e lealtà sono valori che mi accompagnano da sempre”.

Ai propri figli, Simona Ventura ha trasmesso questa passione? Tifano Torino anche loro? “No, uno è interista e l’altro tifa Milan. Durante i derby si picchiano. Uno ha ereditato il sacro fuoco di mamma, gioca anche, il secondo è interessato ma non più di tanto.”

Da domenica, contrariamente a quanto cantava Rita Pavone, sarai tu a lasciare sempre solo il tuo compagno, Gian Gerolamo Carraro, per andare a commentare la partita di pallone. Lui come l’ha presa? “La mia famiglia sa quanto sia importante per me il lavoro e mi sostiene in questo momento di grazia, considerato anche l’impegno con X Factor. E poi Gerò la domenica va a giocare a golf, quindi siamo perfettamente sincronizzati”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=-eL_1mgZ7XA[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti