Obama e Romney alla pari in Ohio: è uno Stato che non “sbaglia” mai e colui che vincerà lì diventerà presidente

Barack Obama e Mitt Romney

Testa a testa, punto a punto, voto su voto. Barack Obama e Mitt Romney alla pari in Ohio. A dirlo è l’ultimo sondaggio di Rasmussen, centro di analisi filo-repubblicano.

I due candidati alla Casa Bianca godono ciascuno del 48% delle preferenze. La scorsa settimana, il presidente in carica aveva un punto di vantaggio, con il 49% dei consensi; stesso minimo vantaggio due settimane fa.

L’Ohio sarà decisivo per le sorti delle elezioni del 6 novembre: con i suoi 18 ‘grandi elettori’, è il secondo Stato in bilico per numero di voti, dopo la Florida (29). Secondo la media dei sondaggi di RealClearPolitics, Obama mantiene 1,7 punti percentuali di vantaggio sul rivale repubblicano.

L’Ohio ha sempre scelto il proprio candidato con accuratezza – per questo ribattezzato ‘Bellwether State’ – visto che nelle ultime 12 elezioni ha votato per l’uomo poi diventato presidente; dal 1904, solo in due occasioni su 27 ha ‘sbagliato’, votando per i repubblicani Thomas Dewey (1944) e Richard Nixon (1960) contro i democratici Franklin Delano Roosevelt e John F. Kennedy.

© Riproduzione Riservata

Commenti