Terzo pareggio in Champions League per i bianconeri: stavolta è provvidenziale una rete di Vucinic nel finale

Mirko Vucinic

A pochi minuti da una clamorosa sconfitta, Mirko Vucinic salva la Juventus. Un gol dell’attaccante montenegrino all’81’ consente ai bianconeri di agguantare il pareggio contro il Nordsjælland (1-1 al fischio finale) e di mantenere intatte le speranze di qualificazione agli ottavi di finale di Champions League.

È stata una serata molto complicata per gli uomini di Conte che nel primo tempo non sono stati in grado di imporre il loro gioco (pochissime le occasioni da gol limpide e possesso palla in mano ai danesi) e che nella ripresa hanno dovuto fare i conti con lo svantaggio iniziale, al 50′, determinato dalla splendida punizione di Beckmann all’incrocio dei pali. Da quel momento in avanti è iniziato l’assalto bianconero che però non ha prodotto evidenti palle gol (a parte qualche fiammata di Giovinco e Marchisio).

Alessio e Conte decidono dunque di cambiare: fuori Matri al 69′ (davvero impalpabile la sua prestazione) e Lucio al 76′ e dentro Vucinic e Bendtner. La Juve, a 15′ dalla fine, è così diventata molto più offensiva e all’81’ arriva il pareggio dell’attaccante ex Roma abile a convertire al volo un bel cross tagliato di Isla. Il gol dà maggiore fiducia ai bianconeri che con Giaccherini, subentrato ad uno spento Vidal, spingono molto di più sugli esterni. E proprio dalla sinistra arriva il cross perfetto per la testa di Bendtner che però colpisce di testa spizzando troppo la palla buttandola in fallo di fondo.

Finisce così senza ulteriori sussulti e con una classifica che a questo punto si fa molto complicata per la Juve: Shakhtar a 7 punti, Chelsea a 4 e Juventus a 3. Serviranno dunque almeno 7 punti nelle tre partite rimanenti per sperare di superare i Blues e guadagnarsi gli ottavi di finale.

© Riproduzione Riservata

Commenti