Electronic Arts rende noto che i giocatori dovranno trasferire informazioni dall’account Nintendo a quello EA. Intanto si scopre che Fifa 13 non integrerà alcune funzioni delle versioni inerenti PC, PS3 e Xbox 360

Leo Messi su Fifa 13

FIFA 13 comincia a fare “ammattire” i suoi appassionati. Electronic Arts – come riporta un articolo del portale “Tom’s Games” – ha evidenziato sul proprio sito web alcune funzioni del servizio online di Wii U, con chiari riferimenti all’uso di Origin anche sulla nuova console di Nintendo.

Il dettaglio più importante è che si avrà bisogno di un account Origin per giocare online con i titoli di EA. Ovviamente questo implica un trasferimento di alcune informazioni.

Fra i dati che bisognerà fornire al publisher ci sono l’indirizzo email, il Nintendo Network ID, le informazioni dei Mii, la lista degli amici, la nazionalità, la lingua che si parla e la data di nascita. Fortunatamente non ci sarà bisogno di trasferire dati di natura finanziaria o informazioni relative alla propria carta di credito.

La politica di EA segue in modo ravvicinato quella adottata su PS3 e Xbox 360, al punto che l’estratto del sito web dell’azienda è praticamente identico a quello usato nelle note per la privacy delle due console di Sony e Microsoft, sostituendo rispettivamente l’online ID e il Gamertag con il Nintendo Network ID.

La notizia non farà saltare di gioia i detrattori della piattaforma online di EA, molto spesso criticata perché troppo invasiva rispetto alle soluzioni della concorrenza. Nel frattempo arrivano nuove informazioni sulla versione di FIFA 13 per Wii U, che a quanto pare non includerà alcune caratteristiche presenti su PS3 e Xbox 360.

Nella fattispecie gli utenti Wii U dovranno rinunciare al Player Impact Engne, alla difesa tattica, alla modalità FIFA Ultimate Team e al dribbling di precisione, con la tecnologia First Touch e il sistema FIFA Street Skill. Matt Prior, il produttore del gioco, spiega che per il team di EA al lavoro su Wii U è impossibile raggiungere la parità totale in questo primo anno.

“Era una vera sfida perché si tratta di qualcosa scritto per sistemi diversi e c’è bisogno di molto lavoro per far funzionare tutto. Ci sono CPU, processori grafici e librerie diverse. Guardando al futuro si può riuscire a ottenere la parità con le altre piattaforme, ma il primo anno è sempre il più difficile perché si creano le fondamenta”, spiega Prior, che tuttavia sostiene che il team di sviluppo è riuscito a migliorare diverse aree nei confronti del gioco su PS3 e Xbox 360.

“Ci sono pro e contro con ogni versione, ma la Wii U ha più memoria e questo ci permette di migliorare la qualità visiva. La folla sugli spalti ha il doppio della risoluzione e anche il campo di gioco ha molti più dettagli”, afferma il produttore di FIFA 13.

Grafica più dettagliata per FIFA 13 su Wii U ma senza alcune funzioni delle versioni PC, PS3 e Xbox 360.

Per scoprirlo dovremmo attendere l’uscita del gioco sulla console di Nintendo, prevista il 30 novembre. Chi invece si sta divertendo con il gioco di calcio di EA sulle console della concorrenza sarà contento di scoprire che è disponibile un maxi aggiornamento che risolve numerosi problemi segnalati da tutti gli appassionati.

Il miglioramento principale – conclude “Tom’s Games” – riguarda la stabilità delle partite online, ma non mancano anche varie correzioni di bug e l’introduzione delle maglie ufficiali del Napoli, per la gioia dei tifosi partenopei. La lista completa con tutte le novità della patch, insieme alle scuse di EA per il ritardo di questo aggiornamento, si può leggere sul blog ufficiale di FIFA.

© Riproduzione Riservata

Commenti