Il presidente della Camera a Taormina: “la Sicilia è sempre stata importante anche per le scelte politiche nazionali. Mi aspetto un esito a sorpresa il 28 ottobre”

Gianfranco Fini e Carmelo Briguglio a Taormina

Il presidente della Camera Gianfranco Fini è arrivato stamane a Taormina per la sua visita in Sicilia in occasione delle elezioni regionali del 28 ottobre. Ad accompagnare il leader di Futuro e Libertà e fare “gli onori di casa” il n.2 di Fli, l’on. Carmelo Briguglio.

Fini ha incontrato gli alunni dell’Istituto Comprensivo 1 della “Perla dello Ionio”, diretto dalla prof. Carla Santoro, che l’hanno accolto in un clima di grande partecipazione. Fini ha sottolineato nel suo discorso a scuola i valori della Costituzione.

Poi spazio, inevitabilmente, alle domande dei giornalisti sull’imminente appuntamento con le elezioni regionali del 28 ottobre. “La Sicilia  – ha detto Fini – è una terra che ha avuto e di sicuro continuerà ad avere una primaria importanza nelle successive scelte di carattere nazionale a livello politico. Per questo, il voto per le regionali suscita grande attesa ed io sono convinto che ci sarà una sorpresa: come si dice, tra i due litiganti il terzo gode. Ragione per cui sono ottimista per l’esito del voto”.

Fini ha visitato il centro storico di Taormina, passeggiando in Corso Umberto alla presenza di simpatizzanti e militanti di Fli, fermandosi anche a conversare con diversi cittadini sulla difficile situazione economica che attraversa l’Italia in questo momento.

Pomeriggio Fini e Briguglio saranno protagonisti di una conferenza a Giardini Naxos sulle politiche per lo sviluppo turistico. Poi convention a Messina, al Palacultura.

© Riproduzione Riservata

Commenti