FIFA 13 e la EA Sports sono già “sotto pressione”: si aspetta un nuovo aggiornamento dopo quello per Pc

Leo Messi in FIFA 13

FIFA 13 è già al centro di un giallo. E’ in arrivo, secondo alcune indiscrezioni, l’aggiornamento per Xbox 360 e PlayStation 3.

Il videogioco più venduto e giocato al mondo continua suscitare ulteriori aspettative tra gli appassionati, che dopo aver finalmente potuto acquistare il mese scorso il “gioiello” della EA Sport, già aspettano i primi aggiornamenti.

Come detto le voci più insistenti parlano di aggiornamenti in arrivo e chi invece sostiene che i tempi non saranno affatto brevi.

Di sicuro EA Sports, è “sotto pressione” e non a caso ha rilasciato al momento una nuova patch per la versione Pc, che dai primi commenti degli utenti sembrerebbe sia stata in grado di risolvere i problemi della velocità del gioco sia online che offline.

Non tutti gli utenti sembrano del tutto concordi, ma, se non altro, si intravedono i primi concreti miglioramenti. La patch è di circa 200 Mb è un primo passo verso la “perfezione” che vogliono gli appassionati di FIFA 13. I crash su Pc continuano ad esserci, ma sembrano essere diminuiti. Ora a “bussare alla porta” sono quelli che giocano su piattaforme Xbox 360 e PlayStation 3.

In ogni caso, per adesso non ci si può lamentare e le partite di chi FIFA 13 lo ha già già provato sono un vero spettacolo, specialmente grazie al “First Touch Control”. FIFA 13 sta proponendo un realismo che non può che deliziare i milioni di videoplayer sparsi in ogni angolo del globo. Gli stop, infatti, non sono più così da foca ammaestrata ma ciò che balza subito davanti agli occhi è una maggior fluidità nel dribbling anche se, per impadronirsi della miglior tecnica, servirà allenamento.

Interessante è anche la parte fisica decisamente perfezionata; ora si vedono difensori fare ostruzione con il corpo e contatti più credibili. Così come con soddisfazione si ammirano i vostri compagni di squadra, manovrati dall’intelligenza artificiale, comportarsi da veri giocatori con sovrapposizioni, uno-due e via dicendo che neanche Mourinho al Real riesce a ottenere.

© Riproduzione Riservata

Commenti