L’attrice olandese se ne va a 60 anni, stroncata da un male incurabile. A luglio fu ricoverata per un ictus. Star del cinema erotico, ha fatto sognare intere generazioni

Sylvia Kristel

Un’altra diva che se ne va. E’ morta Sylvia Kristel, star del film erotico cult anni ’70 Emmanuelle. L’attrice olandese, 60 anni, è deceduta “nella notte, nel sonno”, ha riferito la sua agente, aggiungendo che è morta a causa di un cancro.

A inizio luglio Kristel era stata ricoverata ad Amsterdam per un ictus. E’ divenuta famosa con il primo film Emmanuelle (1974) tratto dal romanzo omonimo di Emmanuelle Arsan, che diede inizio a una lunga serie di sequel: Emmanuelle l’antivergine (1975), Goodbye Emmanuelle (1977) ed Emmanuelle 4 (1983).

L’attrice negli ultimi tempi aveva lottato con più di un cancro. Aveva appena ricevuto un trattamento andato a buon fine per un tumore alla gola, ma in estate, per l’improvviso ictus, aveva dovuto rimandare una terapia per curare un cancro al fegato. Il suo film più famoso, Emmanuelle conobbe un successo internazionale, dal Giappone agli Stati Uniti. Racconta le avventure sessuali di una giovane donna in Asia e tale fu il riscontro del pubblico che rimase per tredici anni in programma sugli Champs Elysées a Parigi.

Nel settembre del 2006, in contemporanea con il suo 54esimo compleanno, in Francia è stata pubblicata la sua autobiografia Nue (Nuda), uscita in Italia un anno dopo con il titolo Svestendo Emmanuelle. Nel 2009, Kristel ha anche lavorato a Torino nel film tv Le ragazze dello swing, interpretando la parte della madre delle tre sorelle olandesi Lescano.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=x1diC5Q68nc[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti