Il ministro Balduzzi: “bloccate 2 milioni di dosi, solo precauzione”. Società Crucell: “sospese le consegne per una indagine interna. Stop non è limitato all’Italia”

ritirate 2,3 mln dosi di vaccino

Allarme sul vaccino anti-influenza? Il ministro della Salute, Renato Balduzzi, ha confermato che sono state bloccate 2,3 milioni di dosi di vaccino.

“I vaccini – ha detto Balduzzi – prima di essere immessi in commercio, sono sottoposti a controllo: in questo caso c’erano stati solo accordi di fornitura, che sono stati bloccati per il mancato superamento del controllo di qualità aziendale. Nessuno di questi vaccini è stato immesso in commercio. Non c’è alcun problema né di sicurezza né di quantità degli approvvigionamenti. Le dosi bloccate dall’azienda sono 2,3 milioni”.

Balduzzi ha chiarito che “non ci saranno ritardi nella distribuzione dei vaccini. Il periodo consigliato è metà ottobre-metà dicembre. Nessun allarme o preoccupazione. I controlli e le verifiche sono ordinari. Non c’è da attivare una filiera di controllo straordinaria. I vaccini sono obbligatoriamente assoggettati a controlli di standard tra i più rigidi e apprezzati nel mondo”.

Intanto la Crucell, società di biotecnologie controllata dal gruppo americano Johnson & Johnson, ha deciso di sospendere tutte le consegne dei suoi vaccini antinfluenzali stagionali (Inflexal V, Isiflu V and Viroflu), mentre sta portando avanti una “indagine interna su due lotti” di questi preparati. La sopensione, ha precisato la società, non è limitata all’Italia.

Il gruppo non ha fornito maggiori dettagli sulla causa dello stop ma ha puntualizzato che “la sicurezza degli utenti è in cima alle nostre priorità e per questo stiamo aspettando fino a quando avremo i risultati finali sulla qualità di questi due lotti, prima di fornire qualunque vaccino della campagna anti influenzale del 2012-2013”.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xuegye_anomalie-su-vaccino-azienda-blocca-dosi_news?search_algo=2[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti