Pusher sorpreso dai Carabinieri di Taormina in via San Pancrazio con 6 grammi di cocaina. Trovata altra droga e bilancini nella perquisizione a casa. Adesso è a Gazzi

pusher in manette a Taormina

Proseguono i controlli a Taormina contro lo spaccio di sostanze stupefacenti. Stvolta le manette sono scattate nel pieno centro storico della località turistica.

I Carabinieri della Compagnia di Taormina, coadiuvati da un militare libero dal servizio ed effettivo al Reparto Operativo del Comando Provinciale di Messina, hanno assicurato nelle scorse ore alla giustizia un giovane responsabile di detenzione a fini di spaccio di cocaina. A finire in manette, un 36enne di Catania, il quale, notato dai militari in atteggiamento ritenuto sospetto, è stato sottoposto a controllo in via San Pancrazio, a pochi passi dal Corso Umberto di Taormina.

I Carabinieri, dopo averlo identificato, decidevano di effettuare una perquisizione personale, rinvenendo, addosso al prevenuto, circa 6 grammi di “cocaina”.

La successiva perquisizione presso l’abitazione dell’uomo, a Tremestieri Etneo, ha permesso di rinvenire due dosi, per circa un grammo, di ulteriore analoga sostanza stupefacente, due bilancini di precisione nonché un grammo di sostanza utilizzata per il taglio della droga, tutto sottoposto a sequestro.

Vista la flagranza del reato, l’uomo, dopo le formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato trattenuto nella camera di sicurezza. Giudicato con rito direttissimo nella mattinata odierna, il Giudice, dopo aver convalidato l’arresto ha disposto che l’uomo fosse associato alla Casa Circondariale di Messina Gazzi.

© Riproduzione Riservata

Commenti