Il progetto stazione della metropolitana che venerdì si è allagata è “fatto bene”: però per Napoli è sbagliato. Chi lo ha realizzato non ha tenuto della situazione fognaria

la metropolitana di piazza Garibaldi

Subito dopo l’acquazzone di venerdì mattina a Napoli ho scritto queste riflessioni: “Pioggia “significativa”, sicurezza dei cittadini e “Allarme Idrogeologico Immediato”.

Quanto accaduto pone responsabilmente un quesito che riguarda la sicurezza dei cittadini che usano la metro: con 42 mm di pioggia in 50 minuti nel centro storico si sono verificati allagamenti del binari. 52 mm in 50 minuti è una pioggia significativa ma certamente non rappresenta il massimo attendibile.

Si ricorda che il 5 novembre del 2011 a Genova caddero ben 181 mm di pioggia in un’ora e circa 100 mm in un’ora in vari luoghi delle Cinque Terre durante l’alluvione dell’autunno scorso. E’ stato predisposto un sistema di Allarme Idrogeologico Immediato in modo da mettere in sicurezza i lavoratori e i cittadini che usano la metropolitana? Si è visto che con circa 40 mm in 50 minuti non è più garantito lo smaltimento delle acque di fogna. Ne consegue che…. Se qualche “responsabile” non ci arriva a riempire i puntini sospensivi… possiamo aiutarlo istituzionalmente…prima che…”

Un’amica mi ha fatto notare che “Eventi naturali imprevedibili possono accadere, come quelli da lei descritti; ma l’uomo deve pre-vedere, pre-occuparsi e pre-venire e le istituzioni prima degli altri, perchè hanno questo compito. Casomai occorre una buona organizzazione della protezione civile, oltre che dei vigili del fuoco, che fanno quello che possono e anche più. Ma sappiamo come vanno le previsioni e le gestioni”.

Alla gentile amica rispondo affermando che il fatto è che l’evento piovoso rientra tra quelli prevedibili! Il “Mattino” di Napoli ha riportato una intervista ad un mio collega professore di idraulica il quale dice cose “originalissime”. In pratica sostiene che la metropolitana è stata progettata bene!  Aggiunge, però, che stando a Napoli bisognava progettare diversamente.

Traducendo: il progetto è sbagliato perchè la metropolitana si allaga in quanto a Napoli vi è una ben nota situazione fognaria. Se fosse stato realizzato in un’altra città, come in tutto il mondo, questo progetto sarebbe perfetto.

Allora diciamo chiaramente che qua invece non va bene: quindi è sbagliato dal momento che la metropolitana è costruita nella città di Napoli.

Non penso che sia stato copiato, nella sostanza, un progetto già fatto altrove. Semplicemente non si è tenuto conto della situazione ambientale nella quale andava inserito il progetto.
Piccola dimenticanza? Non solo non è piccola ma è anche pericolosa! Male!

Ora che il problema è scoppiato vogliamo almeno attivarci per evitare danni ai cittadini? Occorre un piano che consenta di individuare in tempo reale il fenomeno piovoso “pericoloso” e di attivare i necessari interventi di protezione civile tesi ad evitare conseguenze ai “frequentatori viaggiatori” e a coloro che lavorano nel sottosuolo.

Occorre quello che abbiamo proposto fin dall’autunno scorso, cioè un Sistema di Allarme Idrogeologico Immediato come abbiamo ultimamente ribadito in seguito all’evento piovoso simile avvenuto il 13 settembre scorso tra Castellammare di Stabia e l’Agro Nocerino-Sarnese.

Come si fa? Siamo istituzionalmente e gratuitamente pronti a fornire tutte le indicazioni che possano aumentare la sicurezza di tutti i cittadini in una città che andrebbe restaurata dal punto di vista geoambientale.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=tMcj3jIji5g[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti