Matteo Renzi in tour per le primarie Pd: “se vincerò metterò fine a questa classe dirigente che ha fallito”

Matteo Renzi

“Se perderò non chiederò alcun premio di consolazione, come invece e’ stato fatto in passato, ma se vincerò metterò fine ad una classe dirigente che ha fallito’’: a dirlo è stato Matteo Renzi nella tappa a Solomeo di Corciano del suo tour elettorale per le primarie del Pd alle quali è candidato.

“Le primarie – ha detto il sindaco di Firenze – sono un’occasione importante per far confrontare delle idee e chi vince non puo’ pensare di non mantenere gli impegni presi, ma allo stesso tempo chi perde non deve trovare sistemi di consolazione’’. Prima del momento pubblico, Renzi ha incontrato i coordinatori dei comitati territoriali che lo sostengono in provincia di Perugia e il presidente del Consiglio provinciale Giacomo Leonelli.

“Io devo preoccuparmi delle questioni che riguardano la vita concreta delle persone, non il giochino tra addetti ai lavori che continua ad alimentare il chiacchiericcio, ma che non risponde ai problemi degli italiani”. Lo ha detto Matteo Renzi rispondendo alla domanda di un cronista che chiedeva un commento sulla decisione di Berlusconi di non ricandidarsi alle elezioni.

“Io vorrei parlare delle questioni che riguardano gli italiani – ha aggiunto – e non delle questioni che riguardano gli addetti ai lavori o i potenti. Per cui parlo di problemi delle famiglie, del ceto medio, delle piccole e medie imprese, non degli equilibri interni tra i partiti, ne’ del nostro ne’ dei nostri avversari”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=8PZGoGHUoSA[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti