“I conti di Taormina Arte sono assolutamente a posto e non vi sono stati sprechi”. Lo sostiene in una nota, il sindaco, Mauro Passalacqua, presidente del Comitato TaoArte, in replica ad un documento del consigliere provinciale Pippo Lombardo.

“Si è parlato in queste ore – afferma il primo cittadino di Taormina– di una spesa di 200mila euro attribuita ai privati. Come al solito si vuole mistificare la realtà. Abbiamo impiegato solamente 45mila euro per tre concerti e precisamente: Giorgia, Vinicio Capossela e Riccardo Cocciante. Tali somme, facendo una media di 15mila euro a concerto, vengono attribuite per incentivare i privati a realizzare nel nostro programma concerti di qualità e di rilevanza nazionale ed internazionale. Il costo, in raffronto alla promozione che ne deriva, è chiaramente esiguo. Purtroppo certi rappresentanti politici quando annunciano le somme spese dal nostro Comitato non guardano bene i bilanci”.

“La somma di 45mila euro è stata moltiplicate per tre, tale è il numero delle performance, quando, invece, si tratta di una spesa complessiva per tutte le iniziative”.

“Infine, il progetto “Lunaria” – conclude Passalacqua -, una prima nazionale di produzione esclusiva di Taormina Arte, che ha chiuso il Taobuk e che ha avuto rilievo nelle testate anche nazionale, vedi le due pagine dedicate dal settimanale “Panorama”, è costato 30mila euro. Come si può notare, dunque, siamo ben lontani dalla cifra di 200mila euro frutto di un grossolano errore di un politico locale. Sono assolutamente fuori luogo i tentativi di screditare sempre l’organizzazione degli spettacoli taorminese”.

© Riproduzione Riservata

Commenti