Il rocker dà le dimissioni nonostante il parere negativo dei medici. Proseguirà la terapia consigliata a casa

Vasco Rossi

Vasco Rossi ha lasciato la clinica Villalba di Bologna dov’era ricoverato dal 14 settembre in seguito al riacutizzarsi di un’infezione alle vie respiratorie. Lo ha fatto firmando, in accordo con la famiglia, le dimissioni nonostante il parere contrario dei medici. Proseguirà la terapia da loro consigliata a casa propria.

L’ultimo concerto. La rockstar ha lasciato in auto Villalba, che aveva raggiunto in Bentley dopo il miniconcerto alla discoteca Cromie di Castellaneta (Taranto) del 9 settembre. Dopo il ricovero, la portavoce Tania Sachs aveva parlato di «controlli di routine», ma poi il direttore sanitario Paolo Guelfi in un bollettino parlò di «necessità di riattivare una terapia di non brevissimo periodo».

Il ricovero. Il bollettino, diffuso il 17 settembre tramite la Sachs, spiegava: «Dagli accertamenti eseguiti è emersa la necessità di riattivare una terapia di non brevissimo periodo, ciò implica un prolungamento della degenza. Le condizioni del paziente restano stazionarie e richiedono la massima concentrazione e collaborazione di vari specialisti».

© Riproduzione Riservata

Commenti