I dati di agosto: la disoccupazione al 10,7% contro l’8,4% di un anno fa. In Italia senza lavoro il 34,5% dei giovani attivi. Nell’Eurozona attualmente senza lavoro il 11,4%

disoccupazione a livelli record

I dati Istat destagionalizzati e provvisori dicono che il tasso di disoccupazione ad agosto resta stabile al 10,7%, lo stesso livello di luglio e giugno, confermandosi il più alto da gennaio 2004 (inizio serie storiche mensili). Sale invece di 2,3 punti su base annua.

Disoccupazione giovanile cala al 34,5%. Il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni) ad agosto è al 34,5%, in diminuzione di 0,5 punti percentuali su luglio, mentre risulta in aumento di 5,6 punti su base annua. Tra i 15-24enni le persone in cerca di lavoro sono 593mila.

Ue: disoccupazione agosto nuovo record: 11,4%. Ennesimo picco della disoccupazione nell’eurozona che, ad agosto, ha raggiunto il nuovo record dell’11,4%, il più alto dalla creazione della moneta unica. Lo ha reso noto Eurostat, che ha di nuovo rivisto al rialzo il dato di luglio, dall’11,3% all’11,4%. Ai massimi livelli anche il tasso nell’Ue a 27 paesi, al 10,5%. Un anno fa, ad agosto 2001, il tasso di disoccupazione nei 17 era al 10,2%, mentre nei 27 era al 9,7%. Complessivamente, Eurostat stima in 25,466 milioni i disoccupati in Europa, di cui 18,196 milioni nell’eurozona, segnando un ulteriore aumento rispetto a luglio di 49mila unità nei 27 e di 34mila nei 17. Grecia e Spagna si confermano i Paesi con il livello di senza lavoro più elevato (rispettivamente 25,1% e 24,4%).

In Italia il dato (ancora provvisorio) si conferma stabile per il terzo mese consecutivo al 10,7%. I tassi più bassi sono invece di nuovo stati registrati in Austria (4,5%), Lussemburgo (5,2%), Olanda (5,3%) e Germania (5,5%). Resta a livelli elevatissimi anche la disoccupazione giovanile, al 22,8% nell’eurozona (contro il 22,9% di luglio) e al 22,7% nell’Ue-27 (22,6% a luglio), con 5,458 milioni persone sotto i 25 anni senza un’occupazione, di cui 3,392 solo nell’eurozona. In Grecia e in Spagna oltre un giovane su due è disoccupato (rispettivamente 55,4% e 52,9%), a differenza di Germania, Olanda e Austria dove i tassi sono i più bassi d’Europa, inferiori al 10% (rispettivamente all’8,1%, 9,4% e 9,7%).

Grecia batte Spagna per livello di disoccupazione giovanile in agosto. Madrid cede il primato negativo ad Atene, detenuto da mesi, con una percentuale del 52,9% di giovani sotto i 25 anni senza un lavoro. La Grecia si impone con un tasso di disoccupazione giovanile salito in agosto al 55,4%. In entrambi i paesi sono di più i giovani disoccupati che occupati. In Italia la percentuale degli under 25 senza lavoro è al 34,5% in agosto, con un lieve calo rispetto al 35% di luglio. Germania e Olanda sono invece i paesi con il più alto numero di occupati tra i giovani con,rispettivamente, l,8,1% e il 9,4% di disoccupazione.

© Riproduzione Riservata

Commenti