Entro 7 ottobre arriverà la pronuncia sul merito per la discussa squalifica di 10 mesi del tecnico della Juve

Antonio Conte

L’udienza presso la sede del Tribunale Nazionale di Arbitrato dello Sport allo Stadio Olimpico di Roma, ha sancito il fallimento della conciliazione tra i legali di Antonio Conte e quelli della Figc.

Il Tnas dovrà ora pronunciarsi entro il 7 ottobre in merito alla squalifica di dieci mesi del tecnico per omessa denuncia.

Qualora, però, il collegio dovesse ammettere le prove testimoniali di Salvatore Mastronunzio e Cristian Stellini (richieste dai legali dell’allenatore della Juventus) e quelle dello stesso Stellini e di Filippo Carobbio (richieste invece dagli avvocati della Federcalcio), il pronunciamento potrebbe slittare.

“Riteniamo veramente essenziale che venga sentito Mastronunzio – ha spiegato all’uscita dallo stadio Olimpico l’avvocato Giulia Bongiorno – perché crediamo si possa ribaltare la decisione con questa prova. Dopo un’ampia discussione gli avvocati della Federcalcio hanno preso atto della decisività che può avere questa prova e non si sono opposti. Siccome nella sentenza c’è scritto che Conte mente perché ha avuto un ruolo attivo omettendo di far giocare Mastronunzio, abbiamo insistito su questo”.

© Riproduzione Riservata

Commenti