Il presidente di Confindustria avverte Monti: “ok a stop incentivi ma serva per minore carico tasse alle imprese”

Giorgio Squinzi

Il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi condivide la proposta leghista di uno stop agli incentivi per le imprese senza futuro, utilizzando il denaro risparmiato per ridurre il carico fiscale per le imprese.

“No all’accanimento terapeutico, condivido in pieno – ha detto Squinzi intervenendo agli Stati generali del nord – Non diamo più incentivi alle imprese? va benissimo”, ha detto Squinzi, anche perché “Su trenta miliardi totali alle imprese private ne vanno solo tre, il resto va alle imprese del settore pubblico”.

Quindi, “Siamo pronti a rinunciarvi, ritornateceli sotto un minore carico fiscale. Stiamo morendo sotto il carico fiscale: l’incidenza fisco è del 57 per cento, in Germania venti punti in meno. Stiamo morendo – ha ripetuto il numero uno di Confindustria – di questo”.

Squinzi ha poi definito l’Irap “un’imposta malvagia, maledetta, che colpisce quelli che ci mettono più cervello nel lavoro. Invece di avere gli incentivi sui ricercatori, dobbiamo pagare un balzello aggiuntivo. Sono queste le cose – ha concluso – che pesano sul nostro sistema industriale, che è localizzato soprattutto al centro nord, in particolare al nord”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=Mxd-GgL9_UE[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti