Sciame sismico dalla notte sino alle 10.36. Al momento non si registrano feriti nè danni. Sopralluoghi in corso

sciame sismico tra Irpinia e Sannio

Paura nella notte in tutto il Sannio e in Irpinia. Sono trenta le scosse sismiche nel Sannio a partire dalle tre della notte scorsa e tre quelle avvertite distintamente dalla popolazione.

Le ha registrate l’Osservatorio di Pesco Sannita che è al centro dell’epicentro di questo nuovo terremoto che colpisce la provicnia di Benevento. La maggior parte di queste scosse sono strumentali. Quelle avertite distinatmente dalla popolazione sono quella delle 3 e otto minuti di 4,1 della scala Ricter, quella delle 5,48 calcolata 3,1 scala Ricter e quella delle 10,36 calcolata 3,5 scala Ricter.

Dopo la prima scossa la gente è scesa in strada in città particolare a rione Libertà e nella zona Capodimonte, nei centri della provincia a Pesco Sannita, Apice, Paduli. Specie ad Apice è vivo il ricordo di precedenti sismi che hanno costrettio gli amministratori a ricostruire il paese in un sito diverso. Centinaia le telefonate alle centrali operative di carabinieri polizia e vigili del fuco da parte di cittadini che chiedevano informazione sulla entita del terremoto.

Al comune alle 7,30 c’è stata prima riunione in cui è sato deciso di inviare i tecnici per una ricognzione presso gli edifici scolastici. Scuole che vedono la presenza di un esiguo numero di alunni. Alle 11 il prefetto Ennio Blasco ha convocato una riunione in prefettura a cui prenderà parte l’assessore regionale Eduardo Cosenza.

Da circa due anni si ripetono scosse sismiche nella zona di Pesco Sannità. La maggior parte delle scosse è stata strumentale tranne qualcuna che aveva superato di poco gradi 2 Richter .

© Riproduzione Riservata

Commenti