Laura non ha affatto gradito la velenosa intervista di Rebecca Galli su Di Più e adesso passa alle vie legali

Laura Pausini

Laura Pausini è una furia. Non ci sta a farsi dare della “egocentrica e accentratrice” con la mania del controllo, nonché – indirettamente – della sfasciafamiglie. E così poche ore dopo la pubblicazione della velenosa intervista a Rebecca Galli, (ex) moglie del suo compagno Paolo Carta (da cui aspetta un figlio) la cantante romagnola e i suoi avvocati approntano un comunicato che lascia poco spazio alle repliche.

“Esiste supporto documentale – si legge nella nota – per comprovare l’intervenuta separazione consensuale del Signor Paolo Carta dal soggetto intervistato a far data dal 2006 e del divorzio intercorso quest’anno dal tribunale civile di Roma.
Pertanto si avvisa, si invita e si diffida chiunque dal dare credito e seguito alla divulgazione di notizie non conformi al vero e lesive della persona, della personalità e della vita di relazione”.

Insomma pare che Rebecca-la-prima-moglie l’abbia davvero fatta grossa dichiarando “Siamo ancora sposati, anche se c’è chi dice che siamo divorziati. In realtà non siamo nemmeno separati, le udienze sono in corso”. “Lui ha già tre figli, ma non ha il tempo di seguirli perché è preso dalla carriera. E poi ecco che fa un altro figlio perché lei non ne ha avuti, perché a lei, Laura Pausini, vengono aperte tutte le strade… compresa quella di prendersi un uomo sposato”.

E Laura ha deciso di andare per vie legali: “Con riferimento alla intervista pubblicata nel numero 38 del settimanale Dipiù, a firma di Riccardo Russino, avente ad oggetto l’asserito stato di persona coniugata del Signor Paolo Carta, l’avvocato Patrizio Visco in veste di legale di Laura Pausini e l’avvocato Barbara Novelli, in qualità di legale del signor Paolo Carta, intendono precisare congiuntamente che tutte le notizie riportate nell’articolo in questione sono del tutto inveritiere e destituite di qualsiasi reale fondamento”.

© Riproduzione Riservata

Commenti