Evelyne Terras non ce l’ha fatta a vincere l’ultima partita, la più difficile, certamente la più spietata.  L’ex campionessa francese di tennis, naturalizzata italiana, si è spenta, al termine di una lunga malattia.   L’annuncio è stato dato, anche a nome della famiglia, dall’ex marito (ed anche lui tennista) Dino Papale. Insieme a lui, Evelyne aveva vissuto per alcuni anni nella città del Centauro. Dalla loro unione nacque la figlia, Magali, oggi nota pittrice di fama internazionale.

Nativa di Tolona, Evelyne Terras avrebbe compiuto 68 anni proprio domani. Molti taorminesi ricorderanno per sempre madame Terras, colei che nella “Perla dello Jonio” fu direttrice della scuola tennis “Taormina Sporting Club” e che, soprattutto, fu campionessa di tennis di Francia nel 1969-1970. E lei d’altronde, anche dopo il divorzio e il ritorno in Francia, non aveva dimenticato Taormina (dove adesso riposerà per sempre). Tra gli altri, era rimasta in ottimi rapporti con l’ex cognata Mariateresa.   Donna distinta e di grandi qualità umane, era diventata italiana per il matrimonio con l’ex assessore del Comune di Taormina, Papale, e con lui fu protagonista di un’epoca in cui la “Perla” si imponeva sulla scena del tennis nazionale e internazionale.

Evelyne Terras è stata campionessa italiana assoluta indoor di tennis 1973 e nel 1974, sconfiggendo in finale le fortissime avversarie Lea Pericoli e Daniela Porzio Marzano. Dal 1972 al 1976, è stata finalista nel singolare ai campionati italiani assoluti di tennis. Fu, inoltre, capitana-giocatrice di Francia e Italia nella Federation Cup (Coppa Davis femminile). Il 1º gennaio 1974 insieme a Chico Scimone ha inventato a Taormina il famoso “tuffo a mare” che ormai, ogni anno, è tradizionale e annovera centinaia di partecipanti.

Con la scomparsa della campionessa francese se ne va un altro pezzo degli anni d’oro di Taormina. Adieu madame Terras

 

© Riproduzione Riservata

Commenti