Premier Hollande dispone misure di sicurezza in 20 Paesi. Bloccata anche manifestazione anti-film Usa

una vignetta su Maometto

Ambasciate, consolati e scuole francesi resteranno chiusi venerdì, giornata di preghiera, in una ventina di Paesi musulmani, come misura di precauzione dopo la pubblicazione, sul settimanale satirico Charlie Hebdo, di alcune caricature del profeta Maometto.

Lo ha reso noto oggi il Quai d’Orsay. Sempre oggi il primo ministro francese Jean-Marc Ayrault aveva bloccato la manifestazione a Parigi contro il film ritenuto anti-islamico, girato negli Stati Uniti e diffuso su internet.

Il sito internet di Charlie Hebdo continua a essere “inaccessibile” da questa mattina, probabilmente a causa delle numerose richieste di accesso. Oggi infatti la rivista satirica francese, non nuova alle provocazioni, pubblica nelle sue pagine interne delle caricature di Maometto, tre giorni dopo una violenta manifestazione non autorizzata di islamisti radicali davanti all’ambasciata americana a Parigi e mentre il filmato “L’innocenza dei musulmani” continua suscitare l’ira dei musulmani in molti Paesi.

Sulla vicenda è intervenuto anche il ministro degli Esteri Giulio Terzi: “Ci sono dei sensazionalismi irresponsabili d parte di chi utilizza spesso a proprio vantaggio personale, anche nel mondo occidentale, queste grandi sensibilità (religiose, ndr) che devono essere rispettate”. Terzi ha ricordato che “l’Italia ha un codice penale che prevede la possibilità di perseguire chi offende la religione”.

La prefettura di Parigi ha deciso di rafforzare la sorveglianza e le pattuglie attorno alla sede della redazione della rivista Charlie Hebdo, mentre un furgone della gendarmeria staziona davanti all’edificio di sette piani nella zona est di Parigi, non lontano dalla vecchia sede, distrutta da un incidio di origine doloso nel novembre 2011, dopo la pubblicazione di un numero speciale “Sharia hebdo», con in prima pagina una caricatura di Maometto.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xtppyp_vignette-su-maometto-nei-media-francia-in-allerta_news?search_algo=2[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti