La sfida tra i simulatori di calcio più venduti al mondo sta per ricominciare: i segreti della nuova battaglia

FIFA 13

FIFA e PES, la sfida infinita ricomincia con l’ennesimo avvincente atto. Si rinnova lo scontro tra le simulazioni di calcio più vendute al mondo ed è una battaglia a suon di innovazioni e licenze.

FIFA 13 ha sicuramente il primato incontrastato delle centinaia di squadre e campionati acquisiti, sicuramente grazie ai milioni di dollari sborsati dal colosso Electonic Arts: 500 club con licenza ufficiale, 30 leghe tra le più importanti al mondo e circa 15mila giocatori. Numeri che fanno davvero girare la testa. PES 2013 non sarà da meno, le licenze ufficiali ci saranno (fortunatamente da qualche anno i nomi fasulli sono in pensione), ma sicuramente su questo campo viene battuto dal suo rivale.

Sia Konami che EA  – come spiega il portale specializzato International Business Time – hanno rilasciato le demo ufficiali di PES 2013 e FIFA 13 facendo già toccare con mano ai giocatori le proprie creature tirate a lucido. Quest’anno forse le innovazioni sono importanti su tutti e due i fronti, soprattutto per quanto riguarda il gameplay, elemento fondamentale di questi due franchise. Parlando strettamente della demo, in quella di PES 2013 abbiamo potuto saggiare i miglioramenti del cosiddetto Pro-Active AI, che fornisce alla palla un movimento molto più realistico, oltre a incrementare l’intelligenza artificiale degli avversari. FIFA 13 risponde con il nuovo Touch Control e il Player Impact Engine che donano all’esperienza di gioco un estremo realismo.

FIFA 13 sfoggia anche la nuova versione dell’Ultimate Team, il gioco di carte collezionabili virtuali che permetterebbe di schierare un “dream team” d’eccezione che affronterà poi altre squadra in tornei appositamente pensati, con la possibilità di vendere o acquistare i giocatori. Nella demo di PES 2013 è invece possibile testare parte dell’Allenamento Specifico, dove imparare dribbling, tiri, passaggi alti e lunghi, contrasti e stop, solo alcune delle sezioni che saranno poi presenti nel gioco completo.

Un passatempo per iniziare a capire alcune delle novità e dei movimenti utili prima di entrare nella partita vera e propria, che nella demo rispondeva al nome di Copa Libertadores e Partita semplice. Nel primo caso, potevamo giocare un match, sempre della durata di 5 minuti, scegliendo tra squadre sudamericane come Santos e Boca Juniors; altrimenti la libertà di scegliere tra Juventus, Real Madrid, Barcellona, Manchester United e altri squadre europee. I match di PES 2013 sono dinamici e, grazie a diversi miglioramenti sulle intelligenze artificiali e sui movimenti, risultano divertenti e mai prevedibili fino al fischio finale. La difficoltà, seppur settata al massimo, non ci è sembrata particolarmente elevata e mai abbiamo passato momenti di frustrazione per una CPU perfetta.

In quella di FIFA 13 invece è disponibile solo una modalità, cioè la partita amichevole. Sono cinque le squadre disponibili: Milan, Juventus, Arsenal, Manchester City e Borussia Dortmund in partitedal tempo ridotto (3 minuti). Subito si notano le nuove modalità come gli incontri in diretta e la partita della settimana, che nella release finale permetterà di giocare alle partite dei campionati di tutta Europa con le condizioni reali e aggiornate dei giocatori.

Cosa vuol dire? Significa che se un giocatore è infortunato o squalificato nel campionato reale non sarà disponibile neanche in FIFA 13. Davvero realistico. Passiamo alla giocabilità: innanzitutto gli stop sono molto più realistici e i passaggi lunghi varieranno in base al giocatore che li effettua. Si sottolineano dribbling più naturali e nella fase difensiva si potrà disattivare la difesa tattica, che comunque appare migliorata e più intelligente in campo.

FIFA 13 o PES 2013? Come al solito la scelta spetterà agli acquirenti. Dalla demo di PES 2013 abbiamo sicuramente notato dei forti miglioramenti, Konami ce la sta mettendo tutta per risalire a galla, dopo gli ultimi anni in cui la maggioranza della critica e forse anche dei giocatori aveva messo al primo posto FIFA.

Il problema è che EA ha apportato comunque importantissimi miglioramenti quest’anno per FIFA 13, sarà davvero dura scardinare il primato. Per molti giocatori PES rimane comunque la serie migliore, forse per una questione di abitudine o di attaccamento al tipo di gameplay, che comunque negli anni non è riuscito a migliorarsi come invece ha fatto FIFA. Il gioco di calcio EA sarà disponibile dl 28 settembre, mentre quello Konami dalla settimana precedente, il 21 settembre. La guerra è solo cominciata.

© Riproduzione Riservata

Commenti