“Le Nuove Frontiere della Coproduzione di Fiction Televisiva. Focus sulla Turchia”: martedì a Torino i maggiori produttori italiani ed esteri a confronto

Prix Italia 2012

“Le Nuove Frontiere della Coproduzione di Fiction Televisiva. Focus sulla Turchia” è il tema e titolo di una conferenza in programma, nell’ambito di Prix Italia 2012, martedì 18 Settembre 2012, alle ore 15 presso la Sala Visioni, Via Verdi 16, Torino.

Il dibattito sarà moderato dal giornalista Dom Serafini (editore e direttore VideoAge, e collaboratore di Blogtaormina) e Seyda Canepa, corrispondente dall’Italia per il canale turco “all news” NTV.

Prix Italia è il più antico festival radio, tv e new media del mondo, Basic Lead/DISCOP – società con base a Parigi e Los Angeles, organizzatrice di fiere e mercati internazionali di televisione in Europa, Turchia e Sud Africa, in collaborazione con APT – l’associazione dei produttori televisivi italiani, organizzano il Forum dal titolo: “Le Nuove Frontiere della Coproduzione di Fiction Televisiva. Focus sulla Turchia” il 18 Settembre a Torino.

Lo scopo del Forum è quello di offrire ai partecipanti al Prix Italia e ai produttori italiani e internazionali, l’opportunità di saperne di più sui nuovi modelli di produzione adottati dai produttori turchi.

Il Forum intende offrire la possibilità di discutere su come i nuovi modelli possono essere utilizzati per accordi di coproduzione internazionali. La Turchia rappresenta un potenziale partner strategico per la crescita del suo mercato interno e la sua posizione strategica che porta ai nuovi mercati emergenti, come il Medio Oriente, l’Asia centrale e l’Africa.

Tra i relatori ospiti del Forum ci saranno: Can Okan (Fondatore e Amministratore Delegato di ITV, società turca di distribuzione e produzione), Elvan Albayrak (Amministratore Delegato di Ares Media
– società turca di produzione fiction tv), Michele Zatta (Rai Fiction, Dirigente Lunga Serialità ), Sesto Cifola (Business Project Development), Elina Neterova (Head of Discopro) e associati APT.

© Riproduzione Riservata

Commenti