Il colosso dei social networking ha chiuso l’accordo con l’app di condivisione foto. I dettagli della transazione

Facebook e l’app sulle foto

Accordo raggiunto tra Facebook e Instagram. Ciò significa che i 16 dipendenti di Instagram si recheranno al quartier generale di Facebook a Menlo Park. Allo stesso tempo, Instagram ha annunciato di aver superato il traguardo delle 5 miliardi di foto. Questo è ancora nulla in confronto alle 300 milioni di foto caricate ogni giorno su Faceook, ma è certamente enorme traguardo, considerando che Instagram lavora solo su mobile.

L’annuncio di Facebook rafforza, in particolare, l’affermazione fatta in precedenza sul fatto che Instagram resterà completamente separata dalla sua attività: “Aiuteremo Instagram a crescere con il team di ingegneria di Facebook e le infrastrutture. Ci siamo impegnati a costruire e far crescere Instagram in modo indipendente“. I cellulari restano la chiave di sviluppo dell’app: “Anche noi non vediamo l’ora di lavorare con il team Instagram per migliorare l’esperienza mobile“.

La comunità di Instagram è cresciuta a tal punto da veder condivise oltre 5 miliardi di foto. Meno di due mesi fa, Instagram era a 4 miliardi di foto. Facebook ha annunciato la sua intenzione di acquisire Instagram nel mese di aprile 2012. L’accordo Instagram ha un valore di $ 300 milioni in contanti e 22.999,412 mila parti di azioni Facebook in comune. Il valore finale della transazione è di $ 735 milioni (al posto di 1 miliardo di dollari precedentemente previsti): $ 300 milioni in contanti e $ 435 milioni nel azioni di classe B. A fine luglio, Instagram ha superato 80 milioni di utenti, crescendo ad un tasso di oltre 10 milioni di utenti in media al mese.

Se questa tendenza continua, possiamo aspettarci un successo ascendente continuo di Instagram che poggia su milioni di utenti in tutto il mondo. Quali sono le prospettive per Instagram? È già su Android e iOS, quindi forse una applicazione Windows Phone potrebbe amplificarne la portata, anche se non è stato annunciato nulla del genere. Lo stesso discorso, vale per l’eventuale porting di Instagram in versione web.

© Riproduzione Riservata

Commenti