Il candidato alla presidenza della Regione a Catania fa appello all’unità del centrosinistra e chiama l’Idv

Rosario Crocetta

Rosario Crocetta, candidato governatore di Pd, Udc, Psi e Api, torna nella sua Gela dove stasera incontrerà i sindaci della zona per discutere di energie alternative e per rilanciare il patto con gli amministratori locali proprio sulle energie. In un confronto pubblico in piazza Roma dove saranno presenti i sindaci del Calatino, Gelese e Siracusano.

Ieri Italia dei Valori ha confermato l’appoggio a Claudio Fava per la corsa a Presidente della Regione Siciliana, ma Rosario Crocetta, da Catania, in una conferenza stampa organizzata dai vertici etnei dell’UDC ha fatto appello all’unità delle forze del centro sinistra. E nel suo messaggio – a Di Pietro ed Orlando – l’ex sindaco di Gela evidenzia il nuovo volto del partito di Casini. “Chi sbatte la porta in faccia al cambiamento non sono io ma Idv e Sel. Mi dispiace sinceramente e mi auguro che ancora possano rimanere in piedi le ragioni per stare insieme e battere il sistema di potere che ha contributi a rallentare lo sviluppo della Sicilia” ha affermato il candidato alla presidenza della Regione siciliana di Pd, Udc, Psi e Api,

“Quella del sindaco di Palermo è una scommessa- ha aggiunto Crocetta – che si basa sull’alleanza tra due piccoli partiti, è un’offerta politica che non ha forza di parlare ai moderati, ai progressisti, ai lavoratori, agli imprenditori e alla società civile. Da Leoluca mi aspetto altro: dialogo e non settarismo, innovazione e non sguardi retro. L’Udc di Casini e D’Alia non è più quello di una volta, non è il “cuffarismo” a cui eravamo abituati, ma si è rinnovato negli uomini e nei progetti. Per questo chiedo a Sel e Idv di ripensarci”.

© Riproduzione Riservata

Commenti