L’onorevole si è scagliato di nuovo contro l’inviato del programma di Italia Uno. “Volevamo solo chiedergli se sia giusto prendere lo stipendio senza andare in Parlamento e perchè invece non dà le dimissioni”

Luca Barbareschi

Dopo il siparietto di giugno, quando Luca Barbareschi si è scagliato contro gli inviati delle Iene – a quanto pare – rompendo una telecamera di un operatore e sottraendo lo smartphone a uno di loro, il parlamentare e produttore cinematografico si è reso protagonista di un’altra reazione “sopra le righe”.

Filippo Roma, inviato del celebre programma di Italia 1, ha raggiunto Luca Barbareschi, colpevole a quanto sembra di aver collezionato tantissime assenze in Parlamento, fino a superare la media del 90% a causa del suo lavoro di produttore cinematografico, per chiedergli se sia giusto percepire ugualmente la retribuzione da parlamentare. La reazione di Barbareschi a queste domande ha dell’incredibile: con un modo di fare molto poco “onorevole” si è scagliato contro l’inviato delle Iene, il tutto documentato in un video pubblicato proprio sulla pagina internet ufficiale del programma Mediaset.

Le Iene hanno quindi diramato un comunicato in cui ricostruiscono tutti gli episodi, da quello di fine giugno fino al più recente, spiegando: “Avremmo voluto chiedergli: è giusto che chi non va in parlamento riscuota comunque lo stipendio da parlamentare? Perché non si dimette? Filippo Roma allora l’ha cercato di nuovo, e l’ha trovato a Filicudi, in Sicilia, sul suo bellissimo yacht, subito dopo Ferragosto”. E Barbareschi, come è noto, non l’ha presa proprio bene.

La pubblicazione del video sul sito delle Iene ha scatenato inoltre una reazione verbalmente violenta di moltissimi fan del programma su Facebook, al punto che le stesse Iene sono dovute intervenute sul celebre social network con un post: “Alcuni di voi hanno risposto a questo filmato con altrettanta esplicita violenza (ovviamente soltanto verbale) col rischio nel migliore dei casi di disturbare la sensibilità di molte persone e nel peggiore di prendersi una querela. Vi preghiamo quindi di automoderarvi per non dover nascondere i vostri preziosi commenti. Scusateci e comunque, grazie di cuore”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=G2DLDD6drVM[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti