Datamonitor dà Musumeci al 28% di consensi come candidato alla presidenza della Regione: Crocetta sarebbe al 26%, Miccichè fermo invece al 22%. Poi il grillino Cancellieri all’11% e Fava arriverebbe al 7%

Rosario Crocetta

Arrivano i primi sondaggi sulle elezioni regionali di ottobre. A rendere nota una proiezione iniziale è Blogsicilia.

Va premesso che è notevole, al momento, la percentuale di siciliani intenzionati a dichiararsi indecisi, che potrebbero non votare o consegnare scheda bianca e che quindi si asterrebbero dal gioco democratico. Si tratta del 45,3% per la scelta del candidato e del 46,8% per il voto ai partiti.

Se circa la metà dei siciliani non ha ancora deciso se andare alle urne è difficile rendersi conto che, a 60 giorni dal voto, la campagna elettorale potrebbe diventare decisiva benché questa volta sarà anomala per la rapidità con la quale si compirà.

“Possiamo analizzare la situazione del consenso ai blocchi di partenza – spiega Blogsicilia -. La competizione elettorale a oggi appare a tre: Gianfranco Miccichè, Nello Musumeci e Rosario Crocetta. Al di là delle differenze percentuali tra i singoli candidati, il fatto che il 50% dei siciliani scelga di astenersi mantiene intatte le possibilità di ognuno di loro di poter vincere la tornata elettorale, ma appare comunque improbabile che uno di loro possa raggiungere la quota del 45% necessaria per governare.

Unica variabile rispetto a questo schema è l’eventuale adesione, ventilata ma non confermata, dell’Idv al candidato Fava, cosa che incrementerebbe di molto il suo valore, ma non lo renderebbe ancora competitivo.

Dal punto di vista tecnico, bisogna specificare che in Sicilia è possibile il voto disgiunto e tra i partiti e i candidati ci potrebbero essere delle differenze pesantissime che ad oggi, non essendo ancora state presentate le liste con i nomi dei candidati al Consiglio Regionale, non sono misurabili”.

il sondaggio di Datamonitor

© Riproduzione Riservata

Commenti