Replica a muso duro del leader di “Movimento 5 Stelle” all’attacco di Bersani (“Grillo usa linguaggi fascisti”): “per 20 anni si è spartito anche lui le ossa del Paese”

Beppe Grillo

Beppe Grillo risponde a Pier Luigi Bersani. All’indomani dell’intervento del segretario del Pd alla Festa Democratica a Reggio Emilia, durante il quale l’ex ministro aveva criticato i “linguaggi fascisti” che a suo dire vengono usati su Internet dal MoVimento 5 Stelle e dall’Idv, il comico genovese replica dal suo blog.

“‘Fassissti! Fassissti del web’, ha gridato Gargamella Bersani. ‘Venite qui a darmi dello zombie se avete il coraggio’ – scrive Grillo -. Fatemi capire, se Bersani viene accomunato a uno zombie politico è un insulto gravissimo, se invece Bersani considera il Movimento 5 Stelle alla pari del nuovo Partito Nazionale Fascista è normale dialettica”.

“A Bersani – prosegue Grillo – non mi sognerei mai di dare del fascista, gli imputo invece di aver agito in accordo con ex fascisti e piduisti per un ventennio, spartendo insieme a loro anche le ossa della Nazione. Anni in cui non c’è traccia di leggi sul conflitto di interessi o contro la corruzione – sottolinea il leader del MoVimento 5 Stelle -. Violante e D’Alema sono stati le punte di diamante del pdl/pdmenoelle. Bicamerale, garanzia delle televisioni a Berlusconi, concessione delle frequenze televisive all’uno per cento dei ricavi. E lo Scudo Fiscale, passato grazie alle assenze dei pidimenoellini? E le decine di volte in cui il governo Berlusconi poteva essere sfiduciato, ma i pdimenoellini erano sempre altrove?”.

“Nel 2007 sono state presentate tre leggi di iniziativa popolare per ripulire il Parlamento dai poltronissimi (massimo due mandati) e dai condannati e per l’elezione diretta degli eletti: non sono mai state discusse. Chi è il fassissta, caro Bersani? Chi ha ignorato 350.000 firme? Quando mi presentai ‘in carne e ossa’ per la segreteria del pdmenoelle mi fu impedito – dice Grillo -. Chi era il fassissta, caro Bersani? Il MoVimento 5 Stelle ha rifiutato ogni rimborso elettorale, il pdmeneolle non ha mollato neppure l’ultima rata dello scorso giugno perché già spesa”.

“Lei non è un fascista – conclude rivolgendosi a Bersani -. E’ solo un fallito. Lo è lei insieme a tutti i politici incompetenti e talvolta ladri che hanno fatto carne da porco dell’Italia e che ora pretendono di darci anche lezioni di democrazia. Per rimanere a galla farete qualunque cosa”.

© Riproduzione Riservata

Commenti