Non nasconde le ambizioni il tecnico della Roma: “voglio crederci, devo farlo. La squadra è molto competitiva”

Zdenek Zeman

“Allo scudetto ci devo credere, voglio crederci. Spero che la Roma dimostri che si può giocare a calcio e fare risultati. Voglio che la gente venga allo stadio e si diverta”.

Così Zdenek Zeman nella conferenza stampa alla vigilia dell’esordio con il Catania, il tecnico della Roma carica la squadra in vista della gara dell’Olimpico.

«Mi sento di nuovo a casa, sto ricominciando da capo e vorrei fare qualcosa per i tifosi. Mi auguro di riuscirci».

Chiamato a dare un parere sul caso Conte, Zeman non si nasconde. «Lo sfogo del tecnico juventino? Era un processo sportivo, ora è diventato un processo mediatico. Una volta se ci si permetteva di dire qualcosa si veniva deferiti e squalificati. Io dormo tranquillo, loro poco».

Il mercato della Roma ruota molto intorno al nodo portieri. Zeman spiega: «Stekelenburg? È uno dei migliori d’Europa. Goicoechea mi piace, l’avevo indicato l’anno scorso al Pescara. Tutte le squadre hanno tre portieri».

dei passaggi più forti della conferenza del boemo è il giudizio su Lamela: «per ora ha capito poco. Tecnicamente e fisicamente però è eccezionale».

Zeman si coccola Totti; «Sta bene, è uno dei più grandi giocatori della storia. Non è nelle migliori condizioni ma spero che ci aiuterà tanto. Lo vedo più come esterno che come centrale. Aiuterà molto Pjanic e Balzaretti a fare bene. Dodò? Ancora non è pronto. Però abbiamo grande fiducia di recuperarlo. Burdissso e Castan spero diventino le riserve di Marquinhos e Romagnoli».

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=swTCJkW7Y-o[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti