Una doppietta di “Jo-Jo” regala ai viola il successo nell’anticipo del 1° turno. Inutile il gol di Maicosuel

Stevan Jovetic

Nell’anticipo della prima giornata di campionato Stevan Jovetic lancia subito un’ottima Fiorentina e le regala il successo per 2-1 contro un’Udinese un po’ rinunciataria nella prima sfida del campionato 2012-2013.

Montella può dunque sorridere anche se la partita non si era messa bene per i viola, andati in svantaggio nel primo tempo (gol di Maicosuel per l’Udinese).

Nella ripresa però, il grande possesso palla della squadra di Montella viene premiato dalla doppietta del montenegrino: destro dal limite deviato da Danilo al 67′ per il pareggio e gol della vittoria al 92′ con un destro a giro di rara bellezza.

La Fiorentina parte subito forte cercando di mettere in pratica le indicazioni tattiche di Montella. Nei primi minuti i giocatori viola si appoggiano alle geometrie di Pizarro che il tecnico ex Catania ha messo al centro del proprio gioco. Ma l’Udinese difende molto compatta e i viola non riescono a rendersi pericolosi in avanti e si espongono alle ripartenze avversarie: la prima occasione capita infatti all’Udinese con Muriel che, lanciato in profondità, brucia in velocità Gonzalo e prova il pallonetto ma la sua conclusione è debole e Viviano non ha problemi a bloccare il pallone.

La prima fiammata viola, però, non si fa attendere: è il 22′ quando Pizarro fa partire un cross basso dalla sinistra, pallone al centro dell’area dove si avventa Ljajic che con una torsione va alla conclusione, deviata in angolo da Brkic. Il copione della partita, però, è sempre lo stesso e dopo pochi minuti l’attacco dell’Udinese colpisce con Maicosuel il quale, servito da Muriel tra le linee, non si fa intimidire e supera Viviano con un preciso diagonale. La Fiorentina cerca di reagire alzando il ritmo ma l’Udinese non si scopre e gestisce il vantaggio fino alla fine del primo tempo.

Nella ripresa l’Udinese (fuori Willians, dentro Pereyra) si chiude ancora di più e permette alla squadra viola di incrementare il forcing offensivo. Montella cerca di aumentare la spinta sulla destra facendo entrare Cuadrado al posto di Cassani. La Fiorentina continua a far circolare la palla sfruttando la grande qualità dei suoi centrocampisti ma appare evidente la mancanza di una prima punta che possa concretizzare le numerose azioni costruite. Al 65′ Montella prova a dare sostanza all’attacco inserendo El Hamdaoui al posto di Ljajic. E’ un caso ma un minuto dopo arriva il pareggio viola con un sinistro di Jovetic sul quale è però decisiva la deviazione di Danilo.

La partita si infiamma e subito dopo il gol del pareggio la squadra di Montella ha l’occasione per passare in vantaggio prima con un tiro di Cuadrado, deviato da Brkic, poi con una grande azione di El Hamdaoui che salta in velocità Heurtaux e prova la conclusione da posizone defilata ma il suo sinistro finisce al lato. Guidolin vede i suoi in affanno e si copre con Domizzi al posto di Pasquale. Forcing finale tutto viola con l’ingresso di Aquilani al quale Montella regala l’ultimo quarto d’ora.

La squadra viola ci prova con tutti i suoi uomini, rischiando anche un po’ sulle ripartenze bianconere. La punizione di Pasqual che si stampa sul palo sembra il simbolo di una partita destinata al pareggio ma al 92′ succede quello che i tifosi viola speravano e sognavano: Jovetic prende palla dal limite, punta Heurtaux e con uno splendido destro a giro supera Brkic per il 2-1 finale che fa esplodere il Franchi.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xt21lh_fiorentina-2-1-udinese_sport?search_algo=2[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti