De Magistris lancia l’onda arancione: “saremo un movimento politico organizzato. Presto il simbolo”

Luigi De Magistris

Ci mancava solo il partito dei sindaci. Dentro il vuoto di credibilità della politica è pronto a infilarsi Luigi De Magistris.

E il sindaco di Napoli lo ha confermato: «Un movimento politico organizzato, qualcosa di distante dai partiti seppur non in conflitto con essi».

Questa la ricetta presentata al programma radiofonico La Zanzara Estate, su Radio 24, che ha ribadito e rilanciato l’idea di un movimento politico animato dai sindaci da presentare in vista delle prossime elezioni politiche.

A settembre, è stato l’annuncio, pronti il nome e il manifesto. Tra una proposta originale e l’altra («un quartiere a luci rosse napoletano come ad Amsterdam»), il sindaco ha spiegato il nuovo progetto: «Non è all’ordine del giorno una lista con sindaci candidati.

Diversa è l’ipotesi che i sindaci siano, e lo saremo, protagonisti di questa campagna elettorale. Lo faremo in varie forme, sicuramente con dei contenuti programmatici in un manifesto per il governo del prossimo parlamento».

Un’idea caldeggiata dal neo assessore napoletano Enrico Panini, ex segretario Cgil della funzione pubblica? «Tutta la giunta è schierata nella creazione e nella formazione di questo movimento», ha spiegato De Magistris.

De Magistris ha confermato anche che l’immagine del nuovo soggetto politico si rifarà al colore della lista con la quale lui e Pisapia hanno vinto le elezioni amministrative: «Il colore arancione c’è, e in questo momento lo porto anche al polso. È un colore che ha unito alcuni sindaci nella campagna elettorale di un anno fa, assumendo una valenza politica. E nella politica anche i simboli hanno valore».

In materia di alleanze, ha concluso De Magistris a Radio 24, «non è scontato che i sindaci appoggino questo o quell’altro schieramento. Se la proposta politica sarà la melassa vista in questi mesi, credo che molti sindaci si schiereranno per qualcosa di diverso».

© Riproduzione Riservata

Commenti