Alemanno tuona: “realtà troppo spesso capovolta. La nostra città è una delle metropoli più sicure in Italia”

Gianni Alemanno

“La nostra città è una delle metropoli più sicure a livello europeo e lo è sicuramente a livello nazionale. Dal 2007 al 2011 i reati nella nostra città sono calati da 225.774 a 194.945, con una riduzione del 14%”. Lo dice il sindaco di Roma Gianni Alemanno, commentando sul suo blog Alemanno 2.0 i dati sulla sicurezza delle province italiane pubblicati sul “Sole24Ore”.

“La realtà, nonostante la campagna elettorale che si avvicina, dovrebbe essere trasmessa correttamente da tutti coloro che tengono non solo all’immagine di Roma, ma anche alla sua capacità di reagire alla crisi economica, con l’incremento del turismo e l’attrazione di nuovi investimenti”.

Per Alemanno “da questa analisi risulta evidente come Roma non sia quel ‘far west’ o quella ‘Chicago anni ’20’ che era stata descritta nei mesi scorsi da stampa e tv: la provincia di Roma, in termini di reati rapportati al numero di abitanti, risulta soltanto quinta nella classifica di tutte le provincie, dopo Milano, Rimini, Bologna e Torino. Addirittura Milano – continua il sindaco – ha un numero di reati in cifra assoluta superiore a quelli di Roma, nonostante una provincia molto più piccola ed una percentuale di denunce per abitante superiore al 20% a quello del nostro territorio. Anche in termine di aumento dei reati, tra il 2010 e il 2011 Roma cresce dell’8% quanto Bologna, in percentuale superiore a quello della media nazionale, ma in modo nettamente inferiore ad almeno altre 15 provincie”.

“Eppure se si leggono le cronache di alcuni giornali la situazione viene presentata in maniera totalmente capovolta”.

© Riproduzione Riservata

Commenti