Scossa 3.7 vicino Cosenza. Sciame dopo oltre un anno riporta l’apprensione sul Pollino e nell’intero Meridione  

il Parco Nazionale del Pollino

Una scossa di terremoto con magnitudo 3.7 è stata avvertita dalla popolazione in provincia di Consenza. Ma tanto è bastato per riportare la paura al Sud sulle previsioni di fenomeni sismici nel meridione d’Italia.

Le località prossime all’epicentro sono i Comuni di Laino Castello, Mormanno e Papasidero. Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano danni a persone o cose. Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento sismico è stato registrato alle ore 19.45 con magnitudo 3.7.

Numerose telefonate sono giunte al centralino dei vigili del fuoco del comando provinciale di Cosenza. La scossa è stata avvertita dalla popolazione, soprattutto nella zona di Mormanno. Molti sono usciti dai luoghi chiusi, ma non sono stati segnalati danni a cose o persone.

La zona del Pollino è al centro di uno sciame sismico che va avanti da oltre un anno e che ha fatto registrare oltre 500 fenomeni. Oggi le scosse registrate nell’area sono state quattro. Due, di magnitudo 2.6 e 2.4, successive a quella di magnitudo 3.7, che si sono verificate alle 19.47 ed alle 20.17. L’altra, invece, è stata registrata in domenica mattina, alle 6.25, con magnitudo 2.

© Riproduzione Riservata

Commenti