Eliminare Equitalia e le sanzioni, ridurre l’aggio: non più servi della gleba ma onesti cittadini senza fameliche caste di vessatori. Nel 90 % dei casi, oggi chi evade le tasse non è un truffatore ma non ce la fa più a pagare

Equitalia

La vessazione dell’ex cittadino, oggi servo della gleba in uno Stato sempre più ingordo, è ormai palese nella determinazione dell’aggio a favore di Equitalia che determina notevoli distorsioni ed aggravi alla tasca dell’utente, già in difficoltà per pagare le tasse.

L’aggio rappresenta un ulteriore balzello che serve a pagare prebende e stipendi ad un popolo di dipendenti di Equitalia a danno dei malcapitati utenti i quali, quando sono in difficoltà nel pagare la tassa, si vedono appioppare le sanzioni (quasi fosse una colpa non poter pagare le tasse ) ed un aggio spropositato.

Tutti vedono, tutti sanno, ma nessuno muove un dito per eliminare questa distorsione che da sola potrebbe ridurre il carico degli utenti che oggi versano il 9 % dell’avviso di pagamento e\o cartella di pagamento.

Ciò significa, per comprenderci che per una cartella di euro 10.000, non pagata nei termini, il vessato deve pagare, oltre alle sanzioni, 900,00 euro all’Equitalia, la quale non ha fatto altro che stampare un foglietto e notificarlo al povero cristo. Con tale importo si devono liquidare gli stipendi ai beferini di turno privilegiati nel lavorare poco e portare a casa uno stipendio adeguato –ai danni dei poveri vessati servitori della gleba.

Equitalia diventa così un vampiro che prosciuga il sangue delle vittime e ne determina il suicidio senza che nessuno se ne vergogni. Meglio il suicidio del povero commerciante, artigiano, libero professionista che la riduzione degli stipendi e delle prebende ai figli di papà, alla pletora di imboscati che nulla fanno ma che a fine mese lautamente mangiano e bevono.

I Forconi hanno ragione, come il Movimento Cinque Stelle ed i gruppi anti-Equitalia ,solo che se non si riuniscono in una unica mano e colpiscono con un pugno severo i famelici partiti della prima e seconda repubblica, nulla cambierà e continueremo a cercare di diventare anche noi vassalli e valvassori per non rimanere servi della gleba, ma senza cambiare nulla, ripetendo nei secoli quanto affermava il Gattopardo.

Eliminare Equitalia si può, eliminare le sanzioni per il mancato pagamento delle tasse si deve, perché il cittadino che evade, nel 90 % dei casi non è un evasore –truffatore, ma un evasore di necessità perché non riesce a pagare le tasse.

© Riproduzione Riservata

Commenti