Pronto mega-investimento da 1,2 miliardi di euro nel low-cost. Tutti gli hotel della catena non verranno arredati con mobili d’azienda, niente ristoranti ma “buona colazione”. Li gestirà una società del settore 

Ikea prepara 1 mld per il settore immobiliare

Ikea, il mega-produttore e distributore svedese di mobili, vuole investire un miliardo di euro per entrare nel settore alberghiero.

La notizia è stata data da un dirigente della società, Harald Mueller, responsabile Ikea del progetto, ad un quotidiano svedese, Sevenska Dagbladet. “Abbiamo cercato per un po’ – ha riferito il manager – immobili in Europa e annunceremo nel giro qualche settimana dove apriremo nostri hotel”. Secondo quanto scritto dal giornale, Ikea intende aprire “almeno 100 hotel” in Germania, Belgio, Gran Bretagna, e nei Paesi Bassi e baltici.

La costruzione degli alberghi sarà finanziata dai ricavi del marchio Ikea, che l’azienda ha recentemente valutato 9 miliardi di euro. Gli hotel però non porteranno il logo dell’azienda svedese e saranno gestiti da una società di gestione alberghiera.

Gli alberghi inoltre non saranno arredati con mobili Ikea, specializzata in arredi a basso costo da assemblare. L’investimento previsto totale è di 1,2 miliardi di euro, secondo Sevenska Dagbladet, anche se Ikea non ha fornito alcuna cifra.

Harald Mueller ha affermato che Ikea mira ad aprire alberghi a basso costo e pratici, in posizioni centrali. “Ci sbarazzeremo – ha riferito il responsabile Ikea del progetto – di tutto ciò che è superfluo, come ad esempio i ristoranti negli hotel, e doteremo invece gli alberghi di una buona colazione, internet ad alta velocità e di un’efficiente reception, senza formalità quando si lascia la stanza”.

© Riproduzione Riservata

Commenti