L’esterno uruguaiano del Porto è l’obiettivo per la fascia sinistra: offerti 11 milioni. Ma adesso c’è anche l’Inter

Alvaro Pereira

Destino partenopeo all’orizzonte per Alvaro Daniel Pereira, esterno uruguaiano di sinistra – e nell’emergenza gioca pure a destra – sul quale il Napoli s’è lanciato con decisione.

Adesso, qui Castelvolturno, a voi Oporto, perché a decidere tutto sarà Pinto da Costa, presidente del club lusitano dal quale l’uruguaiano vuole evadere per provare nuove emozioni attraverso un altro calcio. E c’è anche l’Inter sul giocatore.

Alvaro Pereira entra nei radar del progetto-Napoli, all’incirca, un mese fa, quando arrivano in Italia le prime voci di dissenso tra l’uruguaiano e il Porto. Primi contatti con gli agenti del calciatore: si può fare. Primi messaggi a Pinto da Costa: discutiamone. Prime sollecitazioni e primissime reazioni positive dell’esterno sudamericano, che al san Paolo sa di trovare Cavani, Gargano e Britos, dunque un habitat naturale nel quale inserirsi con immediatezza.

La volontà di Pereira emerge d’istinto e ciò facilita il dialogo con il suo manager, Flavio Perchman, che a microfono spento a Kiss Kiss ammette «la chiacchierata»: ma a volte una stretta di mano vale più di una firma e dunque in quell’appuntamento mai negato e sfociato in un caloroso arrivederci c’è un (quasi) sì al progetto-Mazzarri.

Il Napoli offre 11 milioni, il Porto al momento vorrebbe incassare 15 mln ma le differenze potrebbero limarsi nelle prossime ore per arrivare alla “fumata bianca”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=ziox34g8H6Y[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti