Dopo il risveglio dal coma, la 20enne di Acireale è stata ascoltata dalla Polizia. “Top secret” il contenuto del suo racconto. Eseguita intanto in casa la prova Luminol

l’ospedale Cannizzaro di Catania

Proseguono le indagini sull’incidente, ancora avvolto dal mistero, che la sera del 4 agosto scorso ha riguardato in un’abitazione di Taormina, in via Fazello, una ragazza di 20 anni di Acireale. La giovane, che a seguito dell’episodio era finita in coma farmalogico, si è poi risvegliata l’8 agosto e adesso è stata sentita dagli inquirenti.

La Polizia di Stato del Commissariato di Taormina sta cercando di accertare in che modo la giovane si sia procurata una grave ferita alla testa. Secondo il fidanzato, sarebbe inspiegabilmente caduta da un divano di casa sbattendo la testa, ma questa versione al momento non ha convinto gli inquirenti. Ora, la ragazza potrebbe fare chiarezza sull’esatta dinamica dei fatti: c’è stretto riserbo sul contenuto del colloquio con gli investigatori.

Gli esperti del Gabinetto Scientifico di Palermo della Ps, unitamente agli agenti di Catania e Taormina, hanno eseguito nelle scorse ore all’interno dell’appartamento dove si sono svolti i fatti, la prova del Luminol. Ciò per ricercare eventuali tracce attraverso l’utilizzo del composto chimico che rileva tracce e le individua laddove si è in presenza di un giallo.

In precedenza la Polizia Scientifica aveva effettuato già nei giorni passati i primi rilievi. L’immobile è sotto sequestro, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Al momento non ci sono indagati ma una svolta potrebbe arrivare in tempi brevi. Gli inquirenti, sovrintesi dal vicequestore Renato Panvino, si trincerano dietro un “no comment” e sono in costante contatto con il sostituto procuratore dott.ssa Alessia Giorgianni.

La ragazza, ricordiamo, era stata accompagnata in ospedale, a Taormina, dal fidanzato, e poi fu trasportato al “Cannizzaro” di Catania dove l’equipe etnea è dovuta intervenire d’urgenza per fronteggiare il grave trauma cranico alla testa. Dopo 72 ore di prognosi, la ragazza si è poi risvegliata.

© Riproduzione Riservata

Commenti