Il coordinatore siciliano e numero due nazionale di Fli annuncia a sorpresa: “mi candido con le preferenze”

Carmelo Briguglio

“Spero di dare un esempio positivo guidando in prima persona la lista di Fli alle elezioni regionali nella provincia di Messina. Saranno gli elettori a giudicarmi con il voto di preferenza”. Lo scrive su twitter il coordinatore siciliano di Fli, Carmelo Briguglio.

Il numero due di Futuro e Libertà, vice di Gianfranco Fini, annuncia così la propria candidatura alle elezioni regionali. A sorpresa, dunque, uno dei big della politica nazionale ha deciso di mettersi in gioco nella sfida elettorale d’autunno.

Il coordinatore siciliano di Fli e vice presidente del partito alla Camera, è un sostenitore del ritorno alla preferenza unica per la scelta di deputati e senatori da parte degli elettori. “Per me è un atto necessario di coerenza: il territorio che non ho mai lasciato, la responsabilità personale e la preferenza con nome e cognome come diritto dei cittadini a scegliersi i propri eletti sono le armi con cui combattere la sfiducia, il disagio e quel fenomeno tutto politico che viene chiamato “antipolitica”.

Membro dell’ufficio di presidenza di Fli, Briguglio insieme a Italo Bocchino e Fabio Granata fu colpito due anni fa da provvedimenti disciplinari che poi lo portarono fuori dal Pdl, anche per la sua linea fortemente critica nei confronti dell’allora premier Silvio Berlusconi. Ed a seguito di quei risvolti politici, è uscito insieme a Fini dal Pdl per fondare con lui Futuro e Libertà.

Briguglio è stato assessore regionale in Sicilia – con delega al Lavoro – dal 1996 al 1998, nonchè punto di riferimento per le questioni dell’occupazione e del precariato.

 

© Riproduzione Riservata

Commenti