L’ex direttore del Tg1 sarebbe destinato a sostituire Vinci. Poi nel 2013 andrà forse alla direzione dal Tg5

Augusto Minzolini

Matrix non si fa più: anzi non è esattamente così. Continua il “gran balletto”, con una serie interminabile di ribaltamenti di fronte, nella definizione dei nuovi palinsesti Mediaset. Dietro alla cacciata dalla conduzione di Matrix di Alessio Vinci (traslocato a Domenica 5) c’è, a quanto pare, Augusto Minzolini.

Ebbene sì, secondo indiscrezioni sempre più insistenti l’ex direttore del Tg1, epurato dal servizio pubblico per “troppo berlusconismo”, è pronto a tornare alla carica per guidare l’approfondimento del Tg5 in seconda serata.

In attesa di capire se anche a Mediaset Minzolini avrà a disposizione una carta di credito aziendale, il suo compito è già stato definito: è previsto che affronti tutto il periodo che porterà il Paese fino alle elezioni di aprile 2013 e poi, dopo le urne, per lui è pronta la prima scrivania del Tg5 al posto di Clemente Mimun, che ha ottenuto da Pier Silvio Berlusconi ancora un anno di contratto.

© Riproduzione Riservata

Commenti