Ventenne di Acireale in gravi condizioni. La Polizia. indaga. Per il fidanzato “è caduta dal divano”. Ma il magistrato ha disposto il sequestro dell’abitazione

l’ospedale “Cannizzaro” di Catania

Una ragazza di 20 anni, residente a Taormina ma originaria di Acireale, si trova ricoverata in gravi condizioni all’ospedale Cannizzaro di Catania. Nella notte di sabato scorso è giunta al Pronto Soccorso dell’ospedale San Vincenzo con una ferita alla testa, una contusione con edema per l’esattezza.

Indagini sono state avviate dalla Polizia di Stato del Commissariato di Taormina, alle direttive del vicequestore Renato Panvino, per accertare come si sia verificata una tale situazione grave. Nel frattempo, l’abitazione, dove a quante pare si è verificato l’episodio, è stata posto sotto sequestro dalla Polizia. E’ stato aperto un fascicolo dal sostituto procuratore dott. Alessia Giorgianni.

La ventenne, come detto, è arrivata al “S. Vincenzo” intorno alle 2 di notte e la Polizia, che stava svolgendo i consueti turni notturni, ha appreso la circostanza avviando cosi accertamenti sulla dinamica dei fatti. Si è reso necessario il trasporto d’urgenza con l’ambulanza all’ospedale “Cannizzaro” di Catania. E’ una lesione definita serissima quella riscontrata sulla ragazza dai medici dell’ospedale etneo, che sono dovuti intervenire d’urgenza per fronteggiare il trauma cranico.

Su questo strano episodio stanno cercando di far luce gli investigatori del Commissariato, che in queste ore stanno sentendo le persone più vicine alla giovane.

La versione sinora fornita dal fidanzato della 20enne è che essa sarebbe inspiegabilmente caduta dal divano di casa, sbattendo la testa. Al momento non ci sono persone indagate. Ci sarebbero, tuttavia, elementi nella vicenda che non convincerebbero gli inquirenti e così il magistrato ha disposto il sequestro dell’abitazione dove sarebbe avvenuto l’incidente.

© Riproduzione Riservata

Commenti