Il 7 agosto andrà in scena al Teatro Antico “La bella addormentata”, poi il 10 “Carmen”, l’11 i “Carmina Burana” e alla vigilia di ferragosto gran gala con il New York City Ballet. A settembre anche il violinista Accardo

New York City Ballet a Taormina

Dopo il successo della “Norma”, il Bellini Festival torna al Teatro Antico di Taormina per un agosto che vedrà protagonista la rassegna con quattro eventi di rilievo internazionale. Il “Bellini Festival”, diretto dal maestro Enrico Castiglione, in coproduzione con il Festival Euro Mediterraneo ha previsto una intensa e suggestiva programmazione tra il 7 e il 14 agosto.

Dopo l’opera il concerto, ma anche balletto classico e moderno. Il primo appuntamento è per il 7 agosto con un celeberrimo titolo del repertorio, La bella addormentata, che verràpresentato dal Balletto del Sud sulle note di Caikovskij con le coreografie di Fredy Franzutti. Prima ancora di Charles Perrault, l’italiano Giambattista Basile (nella raccolta “Lo cunto de li cunti”, Napoli 1634-1636) narra di una principessa addormentata per un incantesimo nel meridione dell’Italia. Da qui l’idea diFranzutti di riportare nella sua Puglia le disavventure della bella Aurora. La scelta ha permesso al coreografo salentino la sostituzione della puntura del consueto fuso con il morso della tarantola. La mediterraneità è dunque la peculiarità dell’allestimento.

Nei ruoli principali danzeranno Elena Marzano e Carlos Montalvan, protagonisti anche di Carmen, in scena il 10 agosto, altra riuscitissima produzione del Balletto del Sud, fondato e diretto dal coreografo Fredy Franzutti. Alle musiche di Bizet si affiancano quelle di altri noti compositori (Albeniz, Chabrier e Massenet). Franzutti ha adottato un tessuto musicale composito, per favorire una azione coreografica intensa, con una costante tensione narrativa che fonde la matrice accademica con spunti di felice modernità.

L’11 agosto, sempre al Teatro Antico di Taormina verranno eseguiti i Carmina Burana di Carl Orff, eseguiti nella versione originale per soli, coro, due pianoforti e percussioni. Dirigerà Massimo Incarbone ed il maestro Francesco Costa istruirà il Coro Lirico Siciliano,che si è già distinto nella Norma di luglio.

L’organico prevede ancora il Coro di Voci Bianche “V.Bellini”dell’Istituto “G. Parini”, il Coro di Voci Bianche “Merry Melodies”dell’Istituto “Cavour” e il Coro di Voci Bianche dell’Istituto Verga; maestro del coro di voci bianche Daniela Giambra; pianisti solisti Gianfranco Pappalardo Fiumara e Roberto Carnevale che nella stessa serata eseguiranno a quattro mani anche brani e parafrasi da Norma. Completano il cast l’ensemble di percussioni “Percussio Mundi” e i solisti vocali Salvo Di Salvo (baritono),Alberto Munafò (controtenore), Lina Privitera e Giovanna Collica(soprani).

Il 14 agosto in scena il gala di stelle del New York City Ballet,compagnia di fama mondiale fondata e diretta da George Balanchine, poi affiancato da Jerome Robbins, altro gigante della coreografia del Novecento. Tra le fila del New York City Ballet si sono esibiti,nei suoi 62 anni di vita, danzatori anch’essi leggendari, impeccabili per stilee tecnica.

La serata programmata al Teatro Antico dal Bellini Festival e da Enrico Castiglione darà ancora una volta al pubblico siciliano e internazionalela possibilità di ammirare virtuosi e virtuose come gli statunitensi TylerAngle, Ashley Bouder, Megan Fairchild, Amar Ramasar, Andrew Veyette, gli spagnoli Joaquin De Luz e Gonzalo Garcia, l’argentina Anna Sophia Scheller. Una carrellata di splendide e adamantine coreografiche firmate dal coreografo di Apollon Musagetee Diamonds.

Il Bellini Festival tornerà, infine, a Taormina il 5 settembre, quando sarà la volta di un concerto del celebre violinista Salvatore Accardo.

© Riproduzione Riservata

Commenti