Ancora richieste pesantissime al processo sportivo: 3 anni e 6 mesi al difensore della Juve e 1 a Pepe; -2 pt al Bologna, retrocessione in Lega Pro e -6 per il Lecce

Leonardo Bonucci

Tre anni e 6 mesi di squalifica sono stati chiesti dal Procuratore federale Stefano Palazzi per il calciatore della Juventus ed ex Bari Leonardo Bonucci, per illecito sportivo, nell’ambito del sempre più discusso (e discutibile) processo al Calcioscommesse.

Chiesto invece, un anno di stop per l’altro juventino Simone Pepe, deferito per omessa denuncia.

Dopo Conte, mano pesantissima di Palazzi nei confronti anche di Bonucci, che era stato deferito per illecito sportivo per la presunta combine di Udinese-Bari del maggio 2010. Pepe, invece, era stato deferito per omessa denuncia relativamente alla stessa partita, disputata quando l’attuale centrocampista juventino vestiva la maglia della squadra friulana.

BOLOGNA – Due punti di penalizzazione e 50mila euro di ammenda: è la richiesta fatta dal Procuratore federale Stefano Palazzi per il Bologna, nell’ambito del processo al Calcioscommesse in corso a Roma. Il club felsineo era stato deferito per responsabilità oggettiva per l’illecito del calciatore Daniele Portanova e le omesse denunce dell’ex capitano Marco Di Vaio e del team manager Marcello Sanfelice, relativamente alla presunta combine di Bologna-Bari del maggio 2011.

UDINESE – Un’ammenda di 50mila euro è stata chiesta dal Procuratore federale Stefano Palazzi alla Commissione disciplinare per l’Udinese, nel processo in corso a Roma sul Calcioscommesse. Il club friulano era stato deferito per l’omessa denuncia dell’ex Simone Pepe per Udinese-Bari del maggio 2010.

LECCE – Per il Lecce richiesta la retrocessione in Lega Pro con -6 punti, mentre per l’ex presidente Pierandrea Semeraro richiesta inibizione di cinque anni più preclusione.

GLI ALTRI – Antonio Bellavista (ex calciatore): 9 mesi in continuazione alla squalifica di 5 anni più preclusione. Nicola Belmonte (Siena): 4 anni di squalifica. Simone Bentivoglio (Chievo): 3 anni e 6 mesi. Stefano Guberti (Roma): 3 anni. Daniele Padelli (Sampdoria): 3 anni. Daniele Portanova (Bologna): 3 anni. Giuseppe Vives (Torino): 3 anni e 6 mesi.

MASIELLO – La Commissione Disciplinare ha accolto l’istanza di patteggiamento presentata dai legali dell’ex capitano del Bari Andrea Masiello consistente in 26 mesi di squalifica e in un’ammenda di 30mila euro. Masiello è il “pentito” principale del processo al Calcioscommesse, in corso all’ex Ostello della Gioventù del Foro Italico, basato sugli atti trasmessi dalla Procura della Repubblica di Bari.

OK PATTEGGIAMENTO BARI – La Commissione Disciplinare ha accordato l’istanza di patteggiamento tra i legali del Bari e il Procuratore federale Stefano Palazzi, presentata nel processo sul Calcioscommesse in corso a Roma. Il club pugliese comincerà il prossimo campionato di Serie B con una penalizzazione di 5 punti e dovrà pagare un’ammenda di 80mila euro.

SI’ AL PATTEGGIAMENTO SAMP – La Commissione Disciplinare ha accordato l’istanza di patteggiamento tra i legali della Sampdoria e il Procuratore federale Stefano Palazzi, presentata nel processo sul Calcioscommesse in corso a Roma. Il club ligure comincerà il prossimo campionato di Serie A con una penalizzazione di un punto e dovrà pagare un’ammenda di 30mila euro.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=EcXhvZknyMY[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti