Il consigliere scrive una lettera a Passalacqua: “vedere gli amministratori che dividono i biglietti omaggio in piazza è indecente o offensivo. Lei aveva detto un anno fa che li avrebbe aboliti ed invece poi non lo ha fatto”

querelle sui biglietti omaggio al Teatro Antico

E’ tempo d’estate ma le polemiche non vanno in “vacanza” a Palazzo dei Giurati. 

A far discutere è la “spinosa” questione dei biglietti omaggio per gli spettacoli al Teatro Antico.

Il consigliere di “Sicilia Vera”, Jonathan Sferra, ha inviato una nota all’attuale sindaco di Taormina, Mauro Passalacqua, restituendo “provocatoriamente” i suoi biglietti.

Sferra “invita” il primo cittadino e i vari amministratori a non distribuire più biglietti omaggio in “pubblica piazza”.

Dal consigliere Sferra riceviamo e pubblichiamo la seguente nota:

“Avendo apprezzato e condiviso le Sue dichiarazioni fatte in occasione della visita alla Bit di Milano lo scorso anno in merito alla proposta di abolizione dei biglietti omaggio per gli spettacoli al Teatro Antico, noto con dispiacere che le sue dichiarazioni sono rimaste lettere morte visto il perpetuarsi della misera spartizione.

Vedere i nostri amministratori impegnati in piazza Vittorio Emanuele a dividere biglietti omaggio per lo spettacolo di turno é indecente ed offensivo nei confronti di tutti i cittadini.

Pur capendo le Sue necessità di incrementare le disastrose affluenze dei costosi e fallimentari spettacoli di Taormina Arte, non posso continuare ad accettare questo tipo di elemosine e favoritismi, per tanto Le restituisco i biglietti omaggio riservati alla mia persona.

La prego inoltre di invitare gli assessori, Consiglieri Comunali ed altri rappresentanti governativi di rifiutare qualsiasi tipo di privilegio che la carica elettiva possa loro riservare rispettando ed onorando così il dovere di rappresentanti del popolo.

Infine, vorrei ricordarLe che Lei stesso ha giustamente in piú occasioni ribadito l’intenzione di impedire un certo tipo di concerti presso il nostro Teatro Antico nel periodo di alta stagione turistica. Purtroppo, anche questo Suo annuncio non é stato mantenuto, lasciando così il nostro teatro al suo destino. Il ripetersi di concerti da stadio non solo danneggia gravemente l’antico anfiteatro, ma penalizza tutta la città”.

© Riproduzione Riservata

Commenti