Palazzi aveva già concordato con i legali del tecnico bianconero 3 mesi di squalifica ma la Commissione Disciplinare ha detto “no”. Adesso si va al processo

Antonio Conte

Colpo di scena al processo per il Calcioscommesse a Roma. La Commissione Disciplinare della Figc ha respinto la richiesta di patteggiamento di Antonio Conte, giudicata “non congrua”. Rimandata, dunque, la sentenza al processo.

Una squalifica di tre mesi e una ammenda di 200mila euro. Questa era stata la richiesta di patteggiamento fatta per Conte dal Procuratore federale Stefano Palazzi, che aveva concordato ciò con i legali del tecnico della Juventus.

Conte – ha informato Palazzi – ha espresso il desiderio che questi importi possano essere destinati a scopi benefici e solidaristici e la Procura ha espresso il suo consenso“. La Commissione Disciplinare presieduta da Sergio Artico ha però spiazzato tutti, dicendo “no” al patteggiamento.

Furiosi i tifosi della Juve, giunti a Roma per esprimere la loro protesta. “Giù le mani da Antonio Conte“,”Palazzi uomo di m…” e “buffone, buffone” i cori degli ultrà che contestano al numero uno della Procura il deferimento del tecnico della Juve per l’omessa denuncia nelle partite Novara-Siena e AlbinoLeffe-Siena, quando era alla guida del club toscano.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=n2eG0NknMoM[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti