Interrogazione urgente e mozione del presidente del Consiglio, Raneri: “serve ordinanza di sospensione per mettere a riparo la città dal pericolo di nuovi scempi”

Continua a ritmi serrati il dibattito sul progetto per la realizzazione dei residence a Villa Mon Repos. Sulla questione riceviamo e pubblichiamo una nota del presidente del Consiglio, Eugenio Raneri, che replica così anche alle precisazioni dell’assessore Antonella Garipoli.

“In merito a quanto asserito dall’assessore Garipoli va precisato che le due concessioni edilizie, per altro già rilasciate da tempo, non mi risulta siano state trattate dal Suap.

Prova ne sia che sia sulla mia prima richiesta di atti che sulla seconda, quale responsabile del procedimento e quindi mio interlocutore degli approfondimenti necessari, è stato l’ing. Massimo Puglisi e non i funzionari del Suap.

In risposta alla mia richiesta il responsabile dell’Area Urbanistica ha avviato un procedimento che avevo già definito “provvedimento perditempo” e ribadisco ciò anche in questa sede. Va evitata l’ulteriore prosecuzione dei lavori e quanto d’altronde sta già avvenendo risulta da documentazione fotografica pubblicata su vari siti e sui social network. E’ opportuno, urgente e improcastinabile l’emissione di un provvedimento cautelativo, che in termini semplici significa una ordinanza di sospensione dei lavori, per mettere a riparo la città da ulteriori scempi.

Venerdì scorso, al protocollo generale del Comune, ho perciò presentato un’interrogazione sulla questione indirizzata al sindaco e all’assessore ed una mozione che nelle prossime ore mi riservo di far pervenire a tutti i consiglieri, aperta ad eventuali apporti per agevolare i lavori consiliari e che a mio modesto parere affronta una tematica cautelativa su via Pirandello, che ritengo sia in linea con le dichiarazioni fatte in Consiglio da alcuni gruppi, in attesa dell’approvazione definitiva della revisione del Prg che al momento è ancora all’esame dell’Assessorato al Territorio ed Ambiente”.

 

© Riproduzione Riservata

Commenti