La mamma credeva che alterare i risultati scolastici dei figli fosse soltanto un’azione immorale, ma non illegale

truccando la pagella si rischia il carcere

Cosa non farebbe una madre per i propri figli? La donna di cui vi parliamo ora si è improvvisata hacker e si è intrufolata nel sistema informatico della scuola frequentata dai suoi figli e, con grande maestria, ha modificato i voti dei propri pargoli.

Il gesto della donna, come potete immaginare, avrà conseguenze dal punto di vista giuridico. La donna, infatti, rischia fino a 42 anni di carcere: la signora deve affrontare in Pennsylvania sei accuse penali proprio per quanto ha fatto.

Catherine Venusto, 45 anni, è entrata nel sistema informatico della Northwestern Lehigh School (negli Usa) e ha alterato i voti dei suoi due figli, secondo quanto riporta ABC . Venusto aveva lavorato presso il quartiere come segretaria di un ufficio amministrativo a partire dal 2008 fino ad aprile 2011. Un anno prima di andar via, Venusto, originaria New Tripoli, era stata accusata di aver cambiato un brutto voto della figlia. Non solo: nel febbraio del 2012, è stata accusata di aver cambiato il voto del figlio da 98 a 99.

Venusto è accusata ora di uso illecito di un computer e di alterazione dei risultati: i capi di accusa mossi verso la donna rientrano nel range dei crimini di terzo grado. La donna ha dichiarato alla polizia di aver cambiato i voti dei propri figli e che pensava che le sue azioni fossero immorali, ma non illegali. Secondo il portavoce dell’ufficio del procuratore distrettuale Debbie Garlicki, Venusto rischia fino a 42 anni di carcere o una multa da $ 90.000 in caso di condanna.

© Riproduzione Riservata

Commenti