Non c’è illecito sportivo ma omessa denuncia: ora il tecnico bianconero rischia la squalifica. Deferiti dal procuratore sportivo Palazzi anche Pepe e Bonucci

Antonio Conte

Antonio Conte è stato deferito per doppia omessa denuncia nell’ambito del filone d’inchiesta di Cremona sul calcioscommesse. Le partite incriminate, che riguardano l’allenatore bianconero, sono Novara-Siena e Siena-Albinoleffe, quando il tecnico juventino era alla guida del club toscano. Ed è per queste gare che il tecnico rischia comunque una squalifica.

Conte dovrà comparire adesso davanti alla Commissione disciplinare il prossimo 2 agosto a Roma. Il suo legale, l’avv. Antonio De Renzis, parla di “ipotesi accusatoria ridimensionata” e non esclude a priori il patteggiamento per il suo assitito: “Un avvocato previdente non esclude niente a priori – ha detto – perché deve valutare le situazioni in cui si deve muovere. Il patteggiamento nella giustizia penale è una cosa, nella giustizia sportiva un’altra. L’ipotesi non viene fatta dalla difesa e da Antonio Conte, io non posso dire se ci sarà o meno. Abbiamo definito il primo step ridimensionando l’ipotesi accusatoria, poi valuteremo come muoverci”.

Più grave la posizione di Leonardo Bonucci. Il difensore della Juventus e della Nazionale è infatti indagato per tentato illecito sportivo (rischia 3 anni di stop), così come Daniele Portanova e Andrea Masiello. Tra gli indagati figurano anche Simone Pepe e Marco Di Vaio, in entrambi i casi per omessa denuncia.

Ecco tutti i deferimenti disposti dal procuratore Stefano Palazzi: Le società: Responsabilità diretta – Lecce e Grosseto Responsabilità oggettivaUdinese, Bari, Portogruaro, Sampdoria, Siena, Ancona, Novara, Torino, Varese, Albinoleffe, Bologna. I tesserati – Illecito sportivo Andrea Masiello, Salvatore Masiello, Nicola Belmonte, Alessandro Parisi, Leonardo Bonucci, Antonio Bellavista, Stefano Guberti, Marco Rossi, Filippo Carobbio, Daniele Padelli, Cristian Stellini (ex vice-allenatore Siena), Giuseppe Vives, Pierandrea Semeraro (presidente Lecce), Piero Camilli (presidente Grosseto), Carlo Gervasoni, Mario Cassano, Edoardo Catinali, Cristian Bertani, Davide Drascek, Mavillo Gheller, Marcelo Larrondo, Roberto Vitiello, Alessandro Pellicori, Emanuele Pesoli, Ruben Garlini, Davide Bombardini, Dario Passoni, Luigi Sala, Mirko Poloni, Fernando Coppola, Claudio Terzi, Marcello Sanfelice per illecito sportivo. Omessa denuncia – Simone Pepe, Guido Angelozzi (ex ds Bari), Simone Bentivoglio, Angelo Da Costa Junior, Antonio Conte (ex-allenatore Siena), Angelo Alessio (ex-vice allenatore Siena), Marco Savorani (ex-allenatore portieri Siena), Giorgio D’urbano (Ex-preparatore atletico Siena) Violazione art. 1 (lealtà sportiva) Marco Esposito per violazione art.1 (lealtà sportiva).)

© Riproduzione Riservata

Commenti